Via l'amianto da 30 scuole di Milano: è il nuovo piano di Bonifica del Comune per le scuole materne e elementari

Ci sono in ballo otto milioni di euro per liberare le scuole dall’amianto. È il piano del Comune per la rimozione della materiale killer dagli istituti scolastici, interventi di bonifica obbligatori per legge. Già la precedente amministrazione aveva già iniziato i lavori con 12 scuole bonificate, ad eccezione della primaria di via Giulio Romano dove i lavori non sono ancora conclusi.

Dodici su una trentina di scuole dove è stata segnalata la presenza di amianto, principalmente materne ed elementari. Attualmente sono in corso delle rilevazioni tecniche per accertare la presenza della polvere nociva, stimare le quantità e capire che tipo di lavori servono per eliminarla. Staremo a vedere. Ad oggi sono 10 gli edifici inseriti nella lista degli interventi previsti da Palazzo Marino, ma le prirità arriveranno solo dopo l'analisi delle criticità. L'Asl parla di 51 scuole con amianto nei pavimenti, nei controsoffitti, nelle pareti e nelle coibentazioni delle tubature.

L’Asl ci tiene a rassicurare i genitori: di situazioni di emergenza non ce ne sono, "non ci sono scuole dove è a rischio la salute dei bambini, dato che in molti casi l’amianto si trova nelle coibentazioni delle tubature, lontano dai piccoli. Il rischio c’è quando la fibra si sbriciola e le particelle si disperdono". Rimangono comunque i nodi irrisolti dell'aminato nelle case popolari, le White, oggetto di un documentario e le villette di Via Barzoni e di Crescenzago, case popolari degli anni ’50 imbottite di amianto, in attesa da anni di bonifica e ristrutturazione.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: