Expo 2015, ma quanto costa davvero? Tagli in vista per l'esposizione internazionale

tagli expo 2015 milano costi expo shanghaiSettimana scorsa vi avevo raccontato dei tagli all'Expo 2015, e dell'idea che ogni x mesi risalta fuori di non farlo del tutto. La logica dell'abbandono è semplice: invece di tagliare, tagliare, tagliare e mettere in piedi un'esposizione internazionale deludente, abbandonare ora e investire quanto si spenderebbe nell'Expo 2015 altrove. Al momento prevale, salvandoci da quella che effettivamente sarebbe una pessima figura internazionale, la via del contenimento dei costi. Scrive Alessia Gallione:

È già cambiato il conto di Expo. Rispetto alle previsioni della candidatura, contenute nel decreto del presidente del Consiglio che stabiliva quanto valevano le “opere essenziali”, soltanto per l’area di RhoPero sono già stati tagliati 300 milioni. Un conto immediato se si considera che solo la torre simbolo del 2015 sarebbe costata 200 milioni. L’ultimo aggiornamento dei costi porta l’asticella complessiva (anche con le infrastrutture extrasito) a 1 miliardo e 746 milioni. Da trovare grazie soprattutto ai fondi del governo (833 milioni), alle quote degli enti locali (653) e a quei 260 milioni di euro per cui è partita la caccia tra gli sponsor.

Ho cercato una cifra, una sola cifra che possa rendere la differenza tra il nostro Expo 2015 e quello del 2010. Si era svolto a Shanghai: era costato, tra una cosa e l'altra - e scusate, ma non ho capito se i costi siano calcolati in questo pezzo del Sydney Morning Herald in dollari australiani o americani - tra i 33 e i 34 miliardi di euro. Investimento che credo sia complessivo, nella pagina dedicata alla "nostra" esposizione internazionale sulla più consultata enciclopedia online si leggono queste cifre "oltre 20 miliardi di euro d'investimento in infrastrutture. Di questi 4,2 miliardi di euro saranno diretti, i rimanenti 14 indiretti". I 4,2 temo siano da ritarare al ribasso, almeno alla luce delle ultime news.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail