Sfratto al Leoncavallo

Dopodomani scade il termine di sfratto per il centro sociale Leoncavallo.

Nei giorni scorsi la consigliera regionale di AN Silvia Ferretto, da sempre oppositrice dello spazio di via Watteau, aveva manifestato il desiderio di cenare alla mensa del Leoncavallo per poter constatare direttamente se

"I frequentatori di questo centro sono realmente cambiati [...], non solo dichiarando pubblicamente la loro condanna all'uso della violenza, ma anche accettando un confronto civile e democratico all'interno del centro stesso."

La risposta del Leoncavallo non si è fatta attendere:

''Il Leoncavallo non e' una qualunque mensa, e' uno spazio pubblico, dedicato a Fausto Tinelli e Lorenzo Iannucci, assassinati dai fascisti il 18 marzo 1978. E'uno spazio che si rifa' ai valori della Resistenza, dell'antirazzismo, dell'accoglienza per i migranti, dell'antiproibizionismo. In sostanza, vi sono molti altri luoghi nei quali la signora in questione potra', gradita ospite, consumare ottime cene''

Le posizioni restano distanti...

  • shares
  • Mail