Il quartiere di Milano dove non vorresti mai abitare

L'anno scorso vi avevo chiesto il quartiere di Milano dove vorreste vivere: tirandoci fuori anche una mappina ancora visibile su Google Maps. Adesso però ribaltiamo la questione. Qual è il quartiere di Milano dove non vorreste mai vivere? Ieri sera ho lanciato su Facebook il sondaggio, sperando che prevalesse il peggiore e più irrazionale campanilismo di quartiere, cosa puntualmente avvenuta malgrado qualcuno - illuso! - tentasse di portare la discussione su binari sensati.

Malgrado nei sondaggi del 150° tutti tengano a dire di sentirsi più italiani, che, per esempio, milanesi, lombardi o europei, non penso le cose stiano davvero così. Siamo il Paese dei campanili, e il campanile del Comune vicino solitamente lo vorremmo abbattere con un lanciagranate. L'amore per le proprie mura, il proprio borgo, il proprio quartiere a volte, si deforma e diventa tifo da stadio. La Lega Nord ha fatto le sue fortune su questo genere di legame col territorio, col campanile. E non per niente, aveva anche tentato di assaltarne uno: chi si ricorda nel maggio 1997 i Serenissimi in piazza San Marco a Venezia?

Ma lasciamo perdere la politica e concentriamoci su qualcosa di più vicino a noi: il quartiere di Milano dove non vorremmo mai vivere. Io ammetto di non averne uno specifico, un quartiere dove non vivrei mai. Mi piace Milano nord, non credo mi sposterei mai da lì. Ma se proprio fossi costretto, non andrei da nessuna parte a sud. Niente Barona, Corvetto, Rogoredo o Ponte Lambro.

E voi dove non vorreste mai e poi mai vivere a Milano?
quartiere milano non vorresti abitare mai

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
37 commenti Aggiorna
Ordina: