Open Custom all'ex Scalo Farini: una nuova location in città

Ma non è chiaro fino a quando durerà.

open custom ex scalo farini

Considerando che l'ex scalo Farini di via Valtellina 7 è stato soprannominato per i sei mesi di Expo "Milano Parking City" non è che ci si aspettasse granché da questo enorme spazio all'aria aperta. D'altra parte gli eventi era previsto che si tenessero (e si stanno tenendo) all'ex Scalo di Porta Romana, mentre qui doveva trovare spazio solo un parcheggio per i visitatori che si recano all'Expo in camper (che poi: quanti saranno mai?).

Qualcosa dev'essere poi girato in un senso diverso (e molto migliore), perché il parcheggio per camper c'è (sabato sera ne ho visti quattro o cinque), ma il tutto è stato arricchito da Open Custom: undici container, assemblati e ri-progettati negli interni, danno vita a una struttura speciale completa di dehors (sempre ricavato da un container) e una terrazza sul tetto. Il tutto potrebbe benissimo venire etichettato come post-urbano, underground e dallo stile parecchio berlinese. Insomma: ci piace.

Se volete dare un'occhiata più da vicino, qui c'è il sito ufficiale e qui la pagina Facebook. Aperto tutti i giorni (tranne il lunedì) dalle 18 fino a notte (di norma fino alle 2, a volte si chiude prima, altre un po' dopo), questo week end ha dato una prima prova di che cosa ci attende: una location in cui passare l'estate all'aria aperta dall'ora aperitivo per poi ballare fino a notte.

Di spazio ce n'è, ci starebbe bene anche un parco vero e proprio; soprattutto colpisce quella struttura creata riadattando dei container, dando vita a spazi sociali con tavolini, a un'area per ballare, a più di un locale che serve da bere (i prezzi non sono il massimo). Una cosa così, soprattutto in una zona, Isola, che col passare degli anni ha completamente perso la sua vocazione underground, ci voleva proprio. Unica incognita: ma non è che durerà solo per l'Expo? Su questo spazio, in effetti, aveva messo gli occhi il Milan per il suo nuovo stadio (e se non andasse in porto il progetto Portello ci si potrebbe ripensare) e soprattutto si teme che faccia troppa gola agli immobiliaristi. Speriamo bene.

  • shares
  • Mail