Elezioni comunali Milano 2016: Pippo Civati candidato sindaco?

Una candidatura di rottura se davvero il Pd decidere di abbandonare l'asse con Sel (o viceversa). E magari non solo in quel caso.

civati candidato sindaco milano

Non fa più parte del Pd, ma non fa nemmeno ancora parte di Sel. Non è neanche di Milano, ma di Monza. E men che meno è in buoni rapporti con Matteo Renzi, eppure il nome di Pippo Civati inizia a farsi strada tra i possibili candidati sindaco di Milano. La cosa, ovviamente, è ancora piena di incognite ed è difficile valutare davvero quante sono le chance che davvero accada.

Di mezzo, ci sono le primarie (se si faranno o meno) e l'alleanza Pd-Sel (se terrà o meno); se tutto questo dovesse saltare ecco che Pippo Civati potrebbe essere davvero il nome con cui riunire Sel a Rifondazione e ai pezzi sparsi della sinistra milanese che vagano nel buio. Ovviamente sempre che alla fine non spunti una ricandidatura di Pisapia...

Ma perché la candidatura di Civati ha senso solo se non si fanno le primarie? Il punto è che se finalmente arriverà il via libera per la consultazione, Sel ha già trovato un suo uomo: Pierfrancesco Majorino, esponente del Pd ma per niente renziano e con le caratteristiche giuste per unire chi, in Sel, vuole tenere in piedi l'alleanza con il Pd (di cui le primarie sono condizione necessaria, ma non è che detto che sia sufficiente).

Se invece Renzi deciderà di puntare su Giuseppe Sala o su qualche altro uomo forte di nomina romana, in quel caso non ci sono speranze che l'alleanza tenga. Ed ecco che trovare subito, a disposizione, un nome forte come quello di Pippo Civati potrebbe fare davvero comodo, anche perché potrebbe accelerare quella costituzione di una nuova cosa rossa che non si capisce bene che fine stia facendo.

Nei prossimi giorni Civati sarà a Milano per presentare i referendum lanciati dal suo movimento, Possibile. In quei giorni, probabilmente, se ne saprà di più.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: