Elezioni comunali Milano 2016: il centrodestra alle prese con l'enigma Del Debbio

La sensazione è che, per una ragione di stipendio?, Del Debbio faccia fatica ad accettare di candidarsi a sindaco di Milano.

del debbio candidato sindaco

Le elezioni comunali di Milano del 2016 iniziano a sembrare una bella gratta da pelare per il centrodestra, incapace, fino a oggi, di trovare almeno qualche possibile candidato a Palazzo Marino. Facile allora parlare di primarie, ma per farle, come minimo, due candidati bisogna trovarli. Al momento, invece, tra Lega Nord, Forza Italia e compagnia si registra il vuoto spinto.

Si è capito, l'uomo che tutti vorrebbero è Paolo Del Debbio, conduttore del talk show Quinta Colonna e rivelazione tv dello scorso anno. Volto noto, dotato di buona cultura (è laureato in Filosofia alla Cattolica di Milano), capace di arringare le folle e di utilizzare, alla bisogna, il registro giusto per "parlare al popolo". Andrebbe bene a tutti, peccato che lui - almeno fino a oggi - ha fatto più e più volte capire di non essere interessato. E le sue risposte sono state così tranchant che fanno pensare che davvero non ne voglia sapere.

Vi stupisce? Fare il sindaco di Milano è un lavoraccio, si hanno enormi responsabilità, si gestisce una macchina estremamente complessa e si viene ripagato con uno stipendio da sindaco che è di circa 4.500 euro al mese netti. Niente male, ovviamente, ma davvero poca rispetto a quanto guadagna un deputato o un senatore o anche un "semplice" consigliere regionale. Insomma, per fare il sindaco bisogna avere una vocazione netta, altrimenti chi glielo farebbe fare a uno come Del Debbio, il cui stipendio - si dice - ruota attorno ai 50mila euro al mese? Si tratta di accettare di venire pagati dieci volte di meno.

Messa così, non sembra esserci alcuna possibilità che Del Debbio, davvero, accetti. Ma si sa, quando i pressing da parte della politica iniziano a farsi sentire, è anche difficile tirarsi indietro. E se alla fine fosse Silvio Berlusconi in persona a farsi avanti, a fare visita a Del Debbio e a dirgli di persona che "ha bisogno di lui" come candidato sindaco di Milano, difficile immaginare che il giornalista possa trovare le forze di tirarsi indietro dinanzi a una richiesta diretta del Cavaliere.

  • shares
  • +1
  • Mail