Elezioni comunali Sedriano 2016: quando e come si vota, i candidati sindaco

Ecco chi sono i candidati sindaco per le elezioni comunali di Sedriano e tutte le informazioni pratiche.

schermata-2015-11-03-alle-11-11-13.png

Le elezioni comunali di Sedriano si sono trovate improvvisamente catapultate al centro dell'attenzione nazionale (non esageriamo, regionale) come prima prova politica in vista delle elezioni di Milano del 2016. Non si spiega altrimenti la ragione per cui, in un comune di 12mila abitanti e 9mila elettori, si recheranno big del calibro di Alessandro Di Battista, Luigi Di Maio, Deborah Serracchiani, Matteo Salvini, Giorgia Meloni, Ignazio La RRussa.

Insomma, per sostenere i candidati alle comunali di Sedriano si scomodano anche i big più importanti della scena nazionale. D'altra parte Sedriano può diventare un simbolo, come già lo è stato, in senso negativo, nel 2013, quando divenne il primo comune lombardo sciolto per mafia.

Quando si vota per le comunali di Sedriano? Le urne saranno aperte domenica 15 novembre. Mentre i candidati sono sei: Giuseppe Pisano (Partito Democratico), ex dirigente e già vicesindaco; Maurizio Mucciarelli (Fratelli d'Italia), sostenuto dalla lista civica "Centrodestra per Sedriano"; Angelo Cipriani (Movimento 5 Stelle), maresciallo della Guardia di Finanza; Roberto Scurati (Lega Nord); Rossella Luongo (Sinistra di Sedirano); Susy Auletta ("Lista civica per Sedriano).

Come si vota per le comunali di Sedriano? Ogni candidato sindaco è collegato ad una sola lista. È eletto il candidato sindaco che ottiene più voti (anche se meno del 50%). L'elettore:


    1) può votare tracciando un segno sul simbolo: vale anche per il candidato sindaco;
    2) può esprimere un voto di preferenza (o due nei centri fra 5 e 15mila abitanti: uno ad un uomo, l'altro ad una donna), nello spazio della lista prescelta;
    3) non si può votare per il candidato sindaco di una lista e per un'altra lista o per un candidato al consiglio di un'altra lista;
    4) si può votare per il candidato sindaco tracciando un segno sul suo nominativo;
    5) per non sbagliare, è opportuno tracciare un solo segno: sul simbolo o sul nominativo del candidato sindaco; eventualmente si può aggiungere la preferenza, indicandola sempre col nominativo del candidato di lista prescelto (mai col numero di lista).
  • shares
  • Mail