Elezioni comunali Milano 2016: Alessandro Sallusti candidato sindaco? L'ipotesi si fa strada

Spunta un nuovo nome come possibile candidato sindaco del centrodestra a Milano: "Deciderò entro poche settimane".

sallusti candidato sindaco milano

20 novembre - Sembrava una delle tante sparate a cui si sta assistendo in questo inizio di campagna elettorale per le elezioni comunali di Milano del 2016, e invece l'ipotesi che vede il direttore del Giornale Alessandro Sallusti come candidato sindaco per il centrodestra prende piede. Non solo Salvini si è detto favorevole, ma soprattutto lo stesso giornalista ha tenuto le porte aperte, che in questa fase preliminare sembra proprio un'accettazione dell'incarico: “Sto ragionando con la coalizione di centrodestra per vedere se ci sono le condizioni per una candidatura. E’ una questione molto serena, molto aperta. L’unico fatto è che andrà presa una decisione in tempi rapidi. Quando? E’ una questione di poche settimane”.

Elezioni comunali Milano 2016: Alessandro Sallusti candidato sindaco?

Un nuovo candidato sindaco del centrodestra in vista delle elezioni comunali di Milano 2016. Prima di vedere di chi si tratta, è il caso di notare come la ricerca di un candidato da parte di Forza Italia e Lega Nord stia sempre più assomigliando a una telenovela, in alcuni casi pure comica (come quando si parlò di candidare Berlusconi, ineleggibile fino al 2019). Ogni giorno salta fuori un nome nuovo, nella spasmodica ricerca di un volto già noto, possibilmente estraneo alla politica, che possa riuscire nell'impresa di riconquistare la città che per decenni è stata la capitale del forzaleghismo.

E quindi, dopo Del Debbio (che ha opposto un rifiuto), dopo Cairo (a cui non ha creduto nessuno) e dopo altri nomi più o meno buttati lì, è il turno oggi del direttore del Giornale Alessandro Sallusti. Nome certamente noto e apprezzato da molti degli elettori di centrodestra e che metterebbe d'accordo Salvini e Berlusconi. Per Sallusti, però, si pone più o meno lo stesso problema di Del Debbio: possibile che un direttore di testata (immaginiamo dal ricco salario) decida di rinunciare a quel posto per accettare il "misero" stipendio da sindaco di Milano?

Seconda incognita: cosa ne pensano gli elettori? Non ci sono ancora sondaggi scientifici, ma c'è un interessante sondaggio di Libero (che non ha valore statistico) che può dare qualche indicazione visto il bacino di elettori quasi esclusivamente di centrodestra. Ebbene, secondo questo sondaggio, il 72% apprezzerebbe la candidatura di Sallusti.

Terza incognita: cosa ne pensa Sallusti? Al di là del "problema stipendio", per il momento non è dato sapere se, quanto meno, il giornalista abbia velleità amministrative e sarebbe contento di cambiare mestiere (anche se solo temporaneamente). Quel che è certo, è che la ricerca del candidato sindaco del centrodestra sembra, ogni giorno che passa, sempre più una disperata ricerca. Che non promette nulla di buono (tanto più che l'unico candidato credibile, che sicuramente avrebbe accettato, vale a dire Maurizio Lupi, non potrà candidarsi per il niet della Lega nei confronti del Nuovo Centrodestra).

  • shares
  • Mail