Elezioni comunali Milano 2016, Sala: "Sono di sinistra, niente patti col NCD"

In vista delle elezioni per decidere il sindaco di Milano, il favorito delle primarie prosegue la sua battaglia per convincere gli elettori della sua appartenenza alla sinistra.

"Ma Giuseppe Sala è di sinistra?", la domanda si rincorre tra gli elettori delle primarie del Pd per decidere del prossimo sindaco di Milano. Elettori un po' perplessi davanti a un candidato, dato in forte vantaggio nei sondaggi, di cui si sa davvero poco sotto il profilo politico. Per questa, da qualche giorno a questa parte, l'ex commissario dell'Expo ha preso a martellare nelle interviste affermando a più riprese di essere di sinistra.

Ultima, è l'intervista concessa a Repubblica, dove la rassicurazione si spinge ancora più in là: "Non farò nessun allargamento al Nuovo Centrodestra". Precisazione importante, sia per gli elettori, sia per lo stesso Nuovo Centrodestra, che adesso ha la certezza di non poter lavorare nel campo del centrosinistra e in cui quindi dovrà iniziare il lavoro per provare a convincere Salvini a farli entrare nella coalizione di centrodestra e, magari, a inserire Maurizio Lupi nella rosa dei candidati sindaco.

Ma che altro racconta Sala, che domani lancerà la sua raccolta firme al teatro Franco Parenti?: "Mi sono chiesto per mesi, venti volte al giorno, se questa fosse la scelta giusta. Poi ho capito che non era più il momento dei dubbi. E sono sicuro che in questa campagna elettorale la passione mi mangerà". E i rapporti con il Pd? "Mi pare che il Pd non abbia scelto un candidato, e a me va benissimo così: è il mio partito di riferimento, ma io sono un esterno che vuole parlare di Milano. Non assocerò mai il mio nome a categorie politiche nazionali, se anche esistessero davvero".

Importanti anche le precisazioni sulle (presunte) polemiche con Pisapia: "Quando ho detto "non sono Pisapia" intendevo dire he ho una storia e un percorso professionale diversi, anche se abbiamo un comune sentire su temi come quelli sociali. Ma non ho mai parlato di discontinuità: una delle mie caratteristiche è quella di innovare e non voglio snaturarmi".

  • shares
  • +1
  • Mail