Milano rimborserà chi va in bici al lavoro

La proposta di Palazzo Marino potrebbe a breve concretizzarsi. Il rimborso medio per chi va in bici al lavoro potrebbe essere di 80 euro al mese.

rimborso per chi va in bici al lavoro

Chi va in bici al lavoro, a Milano, potrebbe vedersi rimborsati un tot ogni chilometro percorso. Una modalità pensata per incentivare una mobilità sostenibile ed eliminare dalla città un'altra parte di traffico. Quello della mobilità sostenibile è uno dei punti di forza su cui ha lavorato la giunta Pisapia in questi anni, attraverso l'Area C, il bike e city sharing e l'ampliamento della rete dei mezzi pubblici.

Si tratterebbe però di una modalità del tutto particolare, che va a premiare uno delle parti più sensibili dei milanesi: il portafogli. Il rimborso per chi va in bici è già una realtà in Francia, dove è previsto un incentivo di 25 centesimi al chilometro. Messa così, sembra davvero poca cosa, ma se si calcoli che in media lo spostamento a Milano è di 4/8 chilometri, ecco che al mese il bonus potrebbe valere tra i 40 e gli 80 euro. Non certo da buttare via.

Prima, però, bisogna vedere se il bonus pensato per Milano sarà in linea con quello previsto dalla Francia - dove i soldi vanno all'azienda del dipendente che poi provvede a girarli al lavoratore - e se davvero questo esperimento verrà messo in pratica.

Il tutto si inserisce nell'eco-bando per la mobilità sostenibile presentato dal governo Renzi, in cui Palazzo Marino conta di inserirsi per lanciare il bonus al ciclista. Sul lungo termine, si calcola che un incentivo di questo tipo non farebbe bene solo al traffico, ma anche alla salute, per via della diminuzione dello smog e, soprattutto, per l'incentivo all'attività fisica che necessariamente si otterrebbe.

  • shares
  • +1
  • Mail