Elezioni comunali Milano 2016: chi è Curzio Maltese, candidato della sinistra

Chi è il candidato sindaco della sinistra milanese, con un passato da giornalista e scrittore e oggi politico in Europa.

curzio-maltese-chi-e.png

Elezioni comunali Milano 2016 - Curzio Maltese, classe 1959, sarà il candidato sindaco per l'Altra Europa, che dovrebbe dare vita a una lista civica di nome "Milano in comune". Il noto giornalista e scrittore continua così la sua carriera politica, iniziata nel 2014 con l'elezione al parlamento europeo, che gli costò anche qualche polemica in seguito alla decisione di mantenere il doppio stipendio (parlamentare e giornalista di Repubblica) e qualche critica per l'assenteismo da Bruxelles e Strasburgo.

Ma chi è Curzio Maltese? Nato a Milano ma cresciuto nell'ex Stalingrado d'Italia, Sesto San Giovanni, passa la sua gioventù tra il lavoro in fabbrica e la prima attività giornalistica nelle radio libere molto in voga ai tempi, inizia a occuparsi professionalmente di giornalismo per la Gazzetta dello Sport, la Stampa e la Notte, prima di passare al quotidiano che lo renderà uno delle firme più note d'Italia: la Repubblica, dove scriverà anche per il Venerdì occupandosi di cinema e televisione. La sua carriera giornalistica, comunque, ha l'apice nel ventennio berlusconiano, che lo vede in primissima fila tra gli anti-berlusconiani militanti, firmando numerosi editoriali di fuoco.

Autore anche di numerosi libri, inizia la carriera politica attiva nel marzo 2014, candidandosi alle elezioni europee per l'Altra Europa con Tsipras, la lista che raccoglieva i principali partiti della sinistra alternativa italiana e per la quale si era candidata anche Barbara Spinelli. Alla tornata elettorale del 25 maggio riceve 31.980 preferenze e risulta il primo dei non eletti della sua lista; riesce comunque ad accedere al parlamento europeo a seguito della rinuncia del candidato più votato, Moni Ovadia. Il 29 marzo 2015 entra a far parte della presidenza nazionale di Sinistra Ecologia Libertà, il partito guidato da Nichi Vendola.

La nuova avventura riguarda quindi la candidatura a sindaco di Milano, accettata nel giro di pochi giorni e che, per il momento, lo premia anche con un gradimento non da poco, visto soprattutto che Sel non farà parte dei partiti che lo appoggiano. I primi sondaggio gli conferiscono una percentuale tra il 9 e il 12, ma è ancora molto presto per capire se davvero Maltese possa raggiungere quello che sarebbe un risultato davvero importante, e che potrebbe anche compromettere la corsa di Giuseppe Sala, soprattutto se, come probabile, non ci saranno indicazioni di voto al ballottaggio.

"La Milano che non vuole rassegnarsi a essere governata da manager, per strapparla dall’avidità degli interessi forti, dai banchetti del dopo-Expo, dalla speculazione negli scali ferroviari e nella città universitaria. Una comunità che vuole restituire un senso ed un ruolo alla politica ed alla democrazia. Siamo convinti che le elezioni amministrative di Milano rappresentino un referendum tra il modello con a capo i manager e quello della cittadinanza, un referendum tra l’autoritarismo e la democrazia", così il comunicato de l'Altra Europa nel quale viene presentata la candidatura di Maltese.

  • shares
  • +1
  • Mail