Le sei opere d'arte più rappresentative di Milano

Da Caravaggio ad Hayez: ecco le sei opere che rappresenteranno Milano durante Expo in città.

Non c'è l'Ultima cena di Leonardo tra le opere d'arte più rappresentative di Milano votate sul sito di Expo in città in vista della 21° Triennale di Milano, e davvero capire il perché di una scelta del genere è davvero difficile. Come che sia, anche le altre opere selezionate dai 6mila che hanno partecipato sono di quelle davvero iconiche.

Il primo posto l'ha conquistato il Cristo Morto di Andrea Mantegna, custodito alla Pinacoteca di Brera e che è stato in grado di conquistare il 54% dei voti. Il ciclo di affreschi di Bernardino Luini della chiesa San Maurizio al Monastero Maggiore ha ottenuto il 45% dei voti. Al terzo si è piazzato Francesco Hayez con il ritratto di Manzoni (anche questo alla Pinaocoteca).

Fuori dal podio: il Ritratto di dama di Piero del Pollaiolo (Museo Poldi Pezzoli); la Cesta di frutta del Caravaggio (Pinacoteca) e il disco di Piazza Meda, la scultura di Arnaldo Pomodoro. Da considerare come ogni votante abbia potuto esprimere sei preferenze.

Oltre la top six, si sono invece piazzati la «Struttura al neon» di Fontana, seguita dalla «Ebe» di Canova, dalla «Rissa in Galleria» di Boccioni e dalla «Pala Montefeltro» di Piero della Francesca.

  • shares
  • +1
  • Mail