La bicicletta piace sempre di più: lo dice il 10° censimento dei ciclisti milanesi



Bicicletta e Milano, un amore difficile. Il recente incidente che è costato la vita al 12enne Giacomo è l'ultimo caso di una tragedia annunciata. Ogni giorno i ciclisti milanesi rischiano la vita, sfidando traffico e autisti indisciplinati. Nonostante tutto, la bicicletta in città è sempre più utilizzata. Quest'anno sono stati rilevati oltre 33.000 passaggi con un aumento rispetto all’anno scorso dell’8% e del 13 % rispetto al 2009.

Sono i dati raccolti dall'associazione milanese Ciclobby, che insieme al centro di studi Polinomia si sono presi la briga di verificare la "consistenza" dei ciclisti a Milano attraverso un censimento dei passaggi all’interno della cerchia dei navigli in una giornata lavorativa, impegnando più di 70 volontari con quasi venti postazioni di rilevamento lungo l’intero arco della giornata.

Dopo un paio d’anni in cui si era riscontrata quasi una stasi del dato dei ciclisti circolanti in città, sono stati rilevati più di 33.000 passaggi con un aumento rispetto all’anno scorso del 8% e del 13 % rispetto al 2009. Oltre a rappresentare un’importante inversione di tendenza, si tratta del miglior risultato mai registrato. La distribuzione dei passaggi durante la giornata mette in luce due picchi fra le 8,30 e le 9,30 e fra le 18,00 e le 19,30, confermando in maniera inequivocabile un uso della bicicletta per gli spostamenti casa-lavoro.



Interessante è anche il dato di Corso Buenos Aires: sono stati registrati quasi 5.000 passaggi con un incremento di circa il 25% rispetto al dato dell’anno scorso, confermando che l’asse Loreto-Venezia-San Babila rappresenta l’itinerario più utilizzato dai ciclisti milanesi. Proprio per Corso Buenos Aires Ciclobby aveva raccolto piu’ di 3.000 firme per inserire, nella riqualificazione iniziata l'anno scorso e appena ultimata, interventi per la ciclabilità mai realizzati.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: