Milano su due ruote con la bicicletta elettrica BMW Cruise e-Bike

New Mobility, ecologia ed energie rinnovabili stanno diventando concetti sempre più importanti nella vita di tutti i giorni. Muoversi e viaggiare riducendo l’impatto ambientale è fondamentale per aspirare a un futuro più verde ed ecologico, così abbiamo deciso di mettere alla prova un mezzo che incarna perfettamente la filosofia di Green Mobility. Si tratta della BMW Cruise e-Bike, una bici a pedalata assistita intelligente, leggera e dalla grande autonomia.

Per provarla a fondo siamo partiti dal Naviglio della Martesana arrivando fino in centro a Milano, pedalando rilassati accompagnati dal motore Bosch con batteria da 400 Wh. Basta infatti una blanda pedalata per raggiungere una velocità di 25 chilometri all’ora e godersi il proprio giro in bici senza fare fatica. Questo grazie a una costruzione leggera in alluminio abbinata agli ultimi ritrovati tecnici nel campo delle biciclette a pedalata assistita. Estremamente efficace in ogni occasione, la BMW Cruise e-Bike sfrutta una centralina di controllo capace di capire quanta potenza debba fornire il motore per permetterci di viaggiare agevolmente in totale relax e soprattutto ad emissioni zero.

La BMW e-Bike analizza mille volte al secondo la forza della pedalata del ciclista, individuando il livello ottimale di assistenza e permettendo un’esperienza piacevole e appagante. L’abbiamo notato fin dai primi chilometri, sfruttando la modalità Eco, quella dove il motore elettrico interviene meno: in questo caso l’autonomia è di ben 145 chilometri. Seguendo il Naviglio della Martesana siamo arrivati fino in centro a Milano: nei diversi chilometri percorsi abbiamo provato anche tutte le altre modalità offerte dalla BMW e-Bike.

Per pedalare al massimo della velocità con il minimo della fatica è presente la funzione Turbo che consente di viaggiare per circa 55 chilometri. Se invece si vuole un compromesso tra autonomia e prestazioni sono presenti le modalità Sport e Tour che propongono rispettivamente un’autonomia di circa 70 e 90 chilometri. Sfruttare la potenza del motore elettrico è facile anche in salita: grazie al cambio Shimano Deore a 10 rapporti si ha sempre la marcia giusta per ogni occasione.

Una volta entrati in città abbiamo iniziato a percorrere le piste ciclabili e a destreggiarci nel traffico dove le corsie riservate ai ciclisti non erano presenti. Arrivati vicino all’Arco della Pace abbiamo rallentato la nostra andatura, ammirando le bellezze del centro città e continuando a cambiare direzione di marcia vista la presenza di diversi passanti e turisti. Evitare gli ostacoli non è per nulla difficile: chi pensa che le bici a pedalata assistita siano pesanti si sbaglia.

La BMW Cruise e-Bike pesa infatti 22 chilogrammi, solo qualche chilo in più rispetto a una bici tradizionale, e ciò non influisce per nulla sulla sua manovrabilità. Questo anche per via del posizionamento del motore che sposta il baricentro molto in basso permettendo di mantenere l’equilibrio con il minimo sforzo. La leggerezza della BMW Cruise e-Bike è garantita da una costruzione in alluminio: il telaio è idroformato e si rivela particolarmente robusto grazie al design Bull Neck.

Attraversando Parco Sempione alla volta del Castello Sforzesco, gli pneumatici Continental CruiseCONTACT con inserti in Kevlar si sono dimostrati particolarmente efficaci. L’aderenza è ottima su ogni superficie e l’altezza della spalla filtra bene le sconnessioni del fondo stradale. Queste gomme però sono particolarmente utili anche di notte. Quando si viaggia al buio una striscia riflettente segnala la nostra presenza ad automobili e ad altri ciclisti, migliorando la nostra sicurezza.

Fermarsi ai numerosi semafori del centro, vicino al Duomo, è semplice e sicuro. La BMW Cruise e-Bike sfrutta infatti due freni a disco Shimano da 180 millimetri che rendono la frenata potente ma facilmente modulabile. Tra pavé, sconnessioni e binari del tram che abbiamo incontrato dirigendoci verso Piazza Castello, abbiamo apprezzato la morbidezza garantita dalla forcella ammortizzata Suntour regolabile e bloccabile a piacimento. Questo accessorio riduce gli scossoni percepiti dal ciclista, rendendo ogni viaggio più comodo e piacevole.

Trovandoci in zona Duomo siamo poi passati al civico 9 di via Spadari da Peck, storico negozio di alta gastronomia e luogo di culto della città per gli intenditori del buon cibo e del buon vino; il nostro tour è proseguito verso Corso Como, isola pedonale della città e punto di ritrovo per la vita notturna milanese grazie alla presenza di numerosi lounge bar, ristoranti e discoteche. Corso Como collega la stazione di Porta Garibaldi a Piazza XXV Aprile dove, da due anni a questa parte si trova Eataly Milano, altro punto vendita delle eccellenze Made in Italy dell'eno-gastronomia. Infine, sempre in zona Porta Nuova, da non perdere il Bosco Verticale, un vero e proprio simbolo dell’ecologia Milanese.

Un giro in bici durato diverse ore dunque ma piacevole, per nulla faticoso e totalmente a zero emissioni grazie alla nuova BMW Cruise e-Bike.

Iniziativa realizzata in collaborazione con BMW Group.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO