Poliziotti cinesi pattugliano Milano

Bizzarrie dei nostri tempi.

BEIJING, CHINA - MAY 12:  (CHINA OUT) Armed police officers and a dog patrol a street on May 12, 2014 in Beijing, China. In order to fight terrorism and maintain stability, Beijing police deployed 150 armed patrol vehicles to city streets on Monday.  (Photo by ChinaFotoPress/ChinaFotoPress via Getty Images)

Se girando per Milano vedete girare dei poliziotti cinesi, armati e in servizio, non spaventatevi: la Cina non ha ancora conquistato l'Italia. Siamo comunque alle prese con una situazione più unica che rara, in cui alle forze armate di un altro paese (peraltro nemmeno alleato) viene data la possibilità di svolgere servizio nelle nostre città.

La cosa, per quanto possa sembrare assurda, avverrà da oggi al 13 maggio a Roma e Milano: dove poliziotti cinesi in pattuglia mista con i nostri italiani (almeno questo) presteranno servizio soprattutto allo scopo di aiutare i turisti cinesi in visita in Italia, visto che negli ultimi quattro anni questi giorni hanno rappresentato il picco turistico di cinesi nel nostro paese.

Ora, parte del bello del recarsi in un paese straniero è anche quello di doversi arrangiare con la popolazione locale, polizia inclusa. Ma forse questo concetto non è molto presente in Cina, dove ricreano Parigi nel deserto e cose simili. Secondo il ministro Alfano, comunque, l'iniziativa «rafforza il legame tra i due Paesi ed è il primo del genere che la Cina stipula con un Paese europeo».

L'obiettivo «è quello di aumentare il senso di sicurezza dei turisti cinesi che arrivano qui». Attraverso quattro pattuglie sul campo. In pratica, quattro pattuglie miste gireranno per Milano e Roma per dieci giorni. Come quattro pattuglie in tutta Milano possano rendersi utile è davvero difficile da capire, ma forse questa è un'iniziativa sulla quale non vale la pena soffermarsi oltre.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 407 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail