Prima della Scala 2011: in vendita i posti tradizionalmente riservati alle autorità

7 dicembre 2011, biglietti autorità venduti per beneficenza, prima della scala
La prima della Scala a Milano rappresenta l'inizio dell'inverno, insieme agli Oh Bej! Oh Bej!. Ma a differenza del mercatino, l'apertura della stagione teatrale si riveste sempre di un significato politico e sociale. Siamo infatti abituati alle contestazioni rituali in piazza della Scala contro le sciure impellicciate o gli sciuri in doppiopetto, i lanci di uova, i cartelloni, a volte addirittura gli scontri con la polizia.

Ma quest'anno le cose potrebbero cambiare. E non soltanto perché questo è il primo 7 dicembre dopo il cambiamento d'aria rappresentato dalla vittoria di Pisapia, un sindaco che difficilmente sarà contestato dalla piazza, o almeno, non ancora.

La grande novità difatti è rappresentata dal fatto che, per la prima volta, saranno messi in vendita i biglietti che solitamente sono destinati alle autorità, sia locali che nazionali o a ospiti di prestigio italiani e stranieri, e il ricavato servirà a finanziare dei progetti di utilità sociale in città.

La vendita dei biglietti è iniziata oggi a mezzogiorno (più informazioni sul sito del Comune), mentre tra qualche giorno verrà diffusa la lista dei progetti che verranno finanziati con il ricavato delle vendite. Vi terremo aggiornati, anche se dubito che qualcuno dei nostri lettori sia interessato all'acquisto: il prezzo varia tra i 2400 e gli 840 euro, in tutto ci sono ancora un centinaio di posti.

Via | Teatroallascala
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: