Palazzi brutti di Milano: modernismi inspiegabili

Non tocca certo le vette di orrore di certi mostri (sacri) che abbiamo già descritto, ma questo palazzo di via San Calocero (sì, con la C), strada piuttosto centrale tra via De Amicis e corso Genova, si distingue nella categoria "cosa mi rappresenta?", anzi forse ne vince il primo premio.

Perché piazzare un palazzo di vetri e marmi, con dominanza di un improponibile blu elettrico, nel bel mezzo di una serie di case "vecchia Milano"? Insomma non solo negli anni '50 e '60 i costruttori milanesi hanno dato sfogo alle loro fantasie più censurabili, anche gli ultimi decenni hanno avuto da dire la loro!

Mandateci le foto delle case che ritenete più brutte! Le raccogliamo via mail

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: