Ballottaggio Sala-Parisi, previsioni: chi vincerà?

Chi diventerà sindaco di Milano? Ecco una difficilissima previsione sul ballottaggio che si terrà tra 14 giorni.

elezioni comunali milano 2016 risultati

Che si arrivasse al ballottaggio tra Sala e Parisi era scontato: si sapeva fin dal giorno dopo le primarie, quando era chiaro che Giuseppe Sala sarebbe stato il candidato del Partito Democratico e che Stefano Parisi era la scelta migliore possibile per il centrodestra.

Quello che non ci si aspettava, era che Parisi arrivasse così vicino a Sala, distanziato di un solo soffio. I sondaggi avevano avvisato che per il candidato del Pd c'era ben poco da stare tranquilli, ma sicuramente non ci si attendeva che si sarebbe arrivati a un soffio dal venire addirittura sorpassati dal centrodestra.

Le cose stanno così: Sala è in vantaggio su Parisi di nemmeno un punto percentuale (41,7 contro 40,8%). E tra due settimane si deciderà una corsa che già oggi sembra davvero essere al photofinish. Chi la spunterà?

Difficilissimo a dirsi: da una parte Parisi è quello che ha raccolto gli entusiasmi dell'elettorato del centrodestra e che è il vero vincitore di ieri (cosa che non può che fargli bene, dal punto di vista elettorale). Dall'altro lato, però, non è ben chiaro da dove arriveranno i voti di Parisi, che ha già prosciugato il suo bacino elettorale.

E Sala? La sua campagna è in un momento critico: le perplessità della vigilia (di chi aveva perplessità sulla sua candidatura) sono state confermate, la sua vittoria è una sconfitta e adesso si teme davvero che il candidato del Pd possa perdere una partita che era destinato a stravincere. Sala, dalla sua, ha un solo vantaggio: ha ancora un po' di voti più o meno automatici da raccogliere: il 3,5% di Rizzo andrà in parte a lui e in parte all'astensionismo (di sicuro non a Parisi); facile immaginare che anche i Radicali con il loro 1,9% aiuteranno Sala.

Quel che conta, ovviamente, è che fine farà il 10% del Movimento 5 Stelle. Staranno a casa perché "o M5S o morte"? Voteranno Sala perché il "M5S è di sinistra"? Voteranno Parisi perché "il M5S è contro Renzi"? Impossibile saperlo, probabilmente quel 10% di Corrado si dividerà in parti uguali. L'unica cosa certa, è che ci sarà da stare col fiato sospeso: poi forse sarà Sala a festeggiare.

  • shares
  • +1
  • Mail