MiBook: ecco il nuovo salone del libro di Milano

Milano è pronto alla sfida con Torino: cinque giorni di festa a maggio.

books-1082949_960_720.jpg

E meno male che la nuova fiera del libro milanese doveva avere un nome italiano, per superare la moda degli anglicisimi che, in tema di libri, suona pure particolarmente male. A quanto pare, i buoni propositi resteranno tali, visto che il nuovo salone del libro milanese che dovrebbe fare concorrenza a Torino si chiamerà invece MiBook, per ricordare il BookPride che negli ultimi anni ha sempre riscosso un buon successo.

Una manifestazione che ha l'obiettivo di portare 100mila persone nei cinque giorni previsti di stand, dibattiti, incontri e magari anche qualche festa organizzata dalle case editrici, come vuole l'apprezzata tradizione torinese. Scrive Repubblica Milano:

Il piano c'è. E ieri è stato presentato anche durante un consiglio di amministrazione di Fiera spa. È un altro importante passo in avanti, in attesa del giorno del verdetto: mercoledì prossimo, il consiglio generale dell'Associazione italiana editori è convocato per esprimersi sul futuro del Salone del libro. Il progetto infatti nascerebbe da un'alleanza tra Fiera, che sarebbe il braccio operativo dell'operazione, e l'Aie, che invece avrebbe in mano la regia culturale. Soci paritetici, anche se nella società che verrebbe creata (possibile nome: miLibro spa) con un capitale di 120mila euro, Fiera avrebbe una partecipazione del 51 per cento e gli editori del 49 per cento.

Inoltre, visto il clamoroso successo dell'abbinamento Salone del mobile/Fuorisalone, si pensa di riproporre la stessa formula anche in questa occasione, coinvolgendo quindi l'intera città con eventi che andranno a spargersi a macchia di leopardo, ben oltre la Vela di Fuksas che sarà il cuore dell'evento. Vedremo se e come si concretizzerà.

  • shares
  • Mail