La crisi risparmia i panettoni, a Milano spesi 12 milioni di euro



In questo Natale di crisi, una delle poche certezze che rimangono ai milanesi è sempre lui: il panetùn. Classico o farcito, il più tipico dei prodotti gastronomici della nostra città non manca mai sulla tavola del 25 dicembre. E non mancherà neanche quest'anno. Secondo uno studio della Camera di Commercio (realizzato a dicembre 2011 attraverso Digicamere) la spesa media a testa dei milanesi solo per il panettone è di circa 11 euro, per un giro d’affari complessivo che raggiunge i 12 milioni di euro.

Lo acquista l’81,6% dei milanesi, tre punti percentuali in più rispetto alla media italiana (83,1%). Ma di quale panettone sono più golosi i milanesi? Oltre uno su tre (34,3%) quest’anno lo preferisce classico con uvetta e canditi mentre il 24,8% lo sceglie liscio con canditi. Il Panetùn nel nostro immaginario ha lo stesso valore simbolico del Duomo, dei navigli o della Madonnina: secondo l'indagine (realizzata su 801 italiani, dai 18 anni in su, di cui 267 residenti a Milano, 267 a Napoli e 267 a Roma) è un fattore d’identità per quasi 3 milanesi su 4 (72,7%), che associano il “panettone” alla città e lo ritengono uno dei suoi quattro simboli principali (37,6%). Diversa la percezione nel resto d'Italia: solo poco più della metà di romani e napoletani lo associano al capoluogo meneghino.

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: