I mezzi pubblici milanesi sono stati potenziati

[img src="http://media.02blog.it/4/4d0/821946821.jpg" alt="sciopero mezzi pubblici milano 29 ottobre 2015" align="center" size="large" id="88426"]

Potenziare il trasporto pubblico in periferia. Privilegiare i collegamenti interni ai quartieri e verso il centro. Migliorare e velocizzare gli spostamenti, questi gli obiettivi della rimodulazione della rete tramviaria e del potenziamento dei bus periferici che l’Amministrazione ha proposto alla Commissione consiliare Mobilità, Trasporti, Politiche ambientali e presenterà a partire dalla prossima settimana alla Consulta dei Municipi.

Le modifiche proposte - questa è l'ultima versione del progetto sulla quale gli uffici stanno lavorando - tengono conto di quanto anticipato il 12 dicembre 2016 a “Fare Milano” e, una volta completato il percorso di presentazione e raccolta di osservazioni, potrebbero entrare in esercizio a partire dall'inizio della primavera per quanto riguarda le linee tramviarie e da ottobre-dicembre per quanto riguarda le linee dei quartieri. Gli interventi di potenziamento riguardano 17 linee di bus in 37 quartieri della città, in tutti i 9 municipi.

Preferenziamento semaforico

La prima rivoluzione riguarda il preferenziamento semaforico delle linee tramviarie radiali periferia-centro. Un progetto fino a oggi sperimentale che ha riguardato alcune linee ma che verrà esteso a: 4, 7, 9, 12, 14, 15, 19, 23, 24, 27, 31 entro i primi mesi del 2018.

Si prevede che entro i primi mesi del 2018 tutte le linee tranviarie oggetto del progetto saranno preferenziate e potranno avere miglioramenti della velocità, di maggiore regolarità e accessibilità. Le linee con preferenziamento semaforico sono le attuali: 4, 7, 9, 12, 14, 15, 24, 27, 31.

Riforma dei percorsi di alcune linee tranviarie che collegano i quartieri di periferia con il centro o lo attraversano: 15, 19, 23, 24, 27

La riforma dei tram permette di semplificare alcuni percorsi e quindi di favorire la velocizzazione, regolarità e frequenza, rendendo maggiormente possibile il preferenziamento semaforico delle linee. La riforma dei tram che è attualmente in definizione in sede di comitato tecnico mantiene ed efficienta i collegamenti dei quartieri di periferia con il centro attraverso le seguenti linee:

tram 15, collegamento tra Rozzano-Gratosoglio e centro (Duomo-via Dogana), attualmente Duomo-p.zza Fontana;

tram 19 + 23, collegamento tra Roserio (ospedale Sacco) – VI Febbraio – centro (Duomo-Orefici/Mazzini/Larga) – porta Vittoria - p.zza 5 Giornate - Lambrate, sommando l’attuale 19 (Roserio-Cairoli) con l’attuale 23 (VI Febbraio-Lambrate); mantiene collegamento con centro, migliorando il collegamento da Roserio che attualmente arriva in Cairoli dando ora connessione diretta M1 M3 e numerose linee tranviarie

tram 24, collegamento tra Vigentino e centro Duomo- via Larga/piazza Fontana anziché Duomo-via Dogana;

tram 27, collegamento tra Ungheria e Duomo-p.zza Fontana, mantiene il collegamento con il centro ma in Duomo-p.zza Fontana anziché in Duomo-Mazzini/Orefici e non prosegue per VI Febbraio, percorso effettuato oggi dalla nuova linea 19+23.

  • shares
  • +1
  • Mail