Ma il Capodanno in Duomo è stato così tremendo?

capodanno in duomo petardi scontriPrima cosa: buon anno in ritardo a tutti i lettori di 02blog! Seconda cosa: io non c'ero, sono finito in un Arci dalle parti di via Mac Mahon dopo una bella cena con amici, ma il Capodanno in piazza del Duomo con tanto di concerto è stato davvero così tremendo?

Pur essendo vietati botti e fuochi d'artificio, piazza Duomo viveva un clima da guerriglia urbana e guardando «sociologicamente» come era divisa la piazza si apre una riflessione importante sugli spazi pubblici a Milano e la gestione dell'ordine pubblico. Chi era venuto per vedere il concerto era circondato da giovani adulti, quasi esclusivamente uomini e di origine straniera, che sparavano botti e prendevano di mira le persone con violenza. Non un fenomeno isolato in vie secondarie ma al centro dell'evento, nelle gallerie, lungo le arterie principali, tanto da aver paura ad attraversare la strada (...) Una mancata festa di piazza che dovrebbe far riflettere le istituzioni e i cittadini milanesi. Milano rancorosa, la sensazione con cui abbiamo lasciato la piazza con amarezza

Così recita una lettera firmata Diletta Colombo e pubblicata oggi sulle pagine del Corriere della Sera: leggetela qui. Ora: che il Capodanno in Duomo non sia proprio l'ideale se si vuole passare una serata tranquilla è un luogo comune abbastanza noto tra i milanesi, era venuto fuori persino tra le cose da non fare l'ultimo dell'anno. Nel 2008, per dire, accadeva questo...

Lo ricorda Repubblica:

Baby gang, ubriachi e teppisti hanno tenuto in ostaggio, nella notte dell' ultimo dell' anno, una piazza Duomo semideserta. E non solo lì: a porta Ticinese due sedicenni sono stati rapinati da una banda di sudamericani armati di coltello. Gli stessi, forse, notati dai passanti nella piazza più importante della città mentre spaccavano le bottiglie lanciandole contro la chiesa e aggredivano «chiunque si trovasse a passare nei paraggi, soprattutto se donna»

Il 28 dicembre 2007 Franco Vanni scriveva:

Quest' anno Milano non avrà un grande Capodanno di piazza, come ce ne sono a Londra, Madrid o Parigi. L' assessore allo Sport Giovanni Terzi spiega: «Abbiamo preferito proporre tre feste bene organizzate, in luoghi controllabili dalle forze dell' ordine, non in piazze aperte e ingestibili. L' anno scorso il dj-set davanti alla Stazione Centrale è finito con un gruppo di nordafricani che lanciavano bottiglie contro il palco, una situazione insostenibile. Milano non avrà nulla da invidiare alle grandi città europee». Risse e vetri rotti in terra avevano accompagnato anche i maxi-concerti in piazza Duomo che si sono tenuti negli anni passati. Per la notte di San Silvestro quest' anno la piazza simbolo della città sarà invece deserta, nemmeno un maxischermo per il conto alla rovescia aspettando l' anno che viene.

E anche gli anni precedenti, e tanto più nell'adolescenza, ricordo che in Duomo non ci si andava proprio: per senso comune si sapeva che era un posto da evitare il 31 dicembre, da non tenere in considerazione neanche come ultima spiaggia. Tant'è che non ho mai passato l'ultimo dell'anno lì in piazza, per cui vi chiedo: qualcuno di voi c'è stato quest'anno in Duomo? La situazione era così come raccontata nella lettera? Se c'eravate, parliamone nei commenti.

  • shares
  • +1
  • Mail
23 commenti Aggiorna
Ordina: