Abbonamenti gratis per i precari, perché non estendere il provvedimento?

L'iniziativa del Comune di Milano per l'assegnazione di abbonamenti gratuiti a giovani precari e disoccupati è piaciuta. E anche molto. Al punto che il gruppo San Precario ha lanciato un appello per chiedere l'estensione del provvedimento. E lancia l’hashtag su twitter #ATMgratis.

Il Comune di Milano, per l'anno corrente, ha stanziato una cifra pari al costo di 1600 abbonamenti ATM, da concedere a titolo gratuito a precari e disoccupati di età non superiore ai 33 anni che presentino domanda a mezzo fax entro la fine del mese di febbraio. L’iniziativa si chiama Milano viaggia con te ed ha visto uno stanziamento totale di 500mila euro.

"L’idea non sembra male - spiegano dal gruppo in un comunicato - ma San Precario si chiede: perché dare un limite d’età di 33 anni? Dopo non si è più precari? Perché si è scelto di distribuirli tramite una specie di lotteria in cui vince chi è più veloce a mandare un fax? E perché non vi è stata alcuna promozione dell’iniziativa? E perché escludere le precarie che vivono nell’hinterland e lavorano a Milano?"

San Precario chiede che al Comune di stanziare più soldi e che questi vengano spalmati su tutte le domande, garantendo abbonamenti a prezzi abbordabili per i precari e i disoccupati che vivono e lavorano nell´area metropolitana. E voi cosa ne pensate?

Vota l'articolo:
3.60 su 5.00 basato su 5 voti.  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO