Le nuove misurazioni del Black Carbon a Milano: dentro Area C livelli inferiori di Pm 10 e Pm 2.5



Il Black Carbon è un marcatore che consente di determinare i composti più nocivi per la salute umana presenti nelle polveri sottili. In un nostro vecchio post ne parlavamo approfonditamente. In soldoni pare che in seguito all'introduzione di Area C i livelli di Pm10 e Pm 2,5, dentro Area C, si siano abbassati.

Per l'Amministrazione un nuovo segnale di incoraggiamento importante, che arriva dopo che il Tar ha respinto i ricorsi su Area C. Sul tavolo del Comune ci sono i dati di una nuova rilevazione sulle concentrazioni di Black Carbon effettuata dal 6 al 17 febbraio dall’Agenzia Mobilità, Ambiente e Territorio (Amat), in collaborazione con la Società Italiana di Medicina Generale (Simg).

Due le centraline: in piazza Duomo e in via Gorini, Città Studi. I dati: dentro Area C il PM10 e il PM2.5 presentano concentrazioni di Black Carbon inferiori rispetto a quelle misurate al di fuori della Cerchia dei Bastioni. Per il PM10 la riduzione è pari al 47 per cento per il PM 2.5 è del 31 per cento.

Anche questa terza rilevazione sulle concentrazioni di Black Carbon relative al PM10 e al PM2.5 conferma che in Area C la qualità dell’aria è migliore, con una presenza della componente più nociva del particolato atmosferico quasi dimezzata. Un risultato significativo che va di pari passo con l’altro dato rimarchevole che emerge dalle prime valutazioni del provvedimento, ovvero la riduzione di un terzo del traffico nella Cerchia dei Bastioni.

Foto | © TMNews

Ad aggiungere carne al fuoco valutazioni del Black Carbon "on-road", con l’utilizzo di rilevatori mobili, anche al di fuori di AreaC, che saranno rese note tra pochi giorni, in un documento finale redatto da Amat, che consentirà un raffronto con le altre due campagne sul Black Carbon effettuate dall'attivazione di Area C. Staremo a vedere.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: