A che punto è il cantiere di Porta Vittoria?

lavori porta vittoriaA che punto è il cantiere di Porta Vittoria? Al punto in cui è un'enorme buca da cui spuntano gru e blocchi di cemento. Niente di strano quando ci sono dei lavori in corso: lo diventa quando per anni tutto resta così, come congelato. Ci siamo stati già più di una volta al cantiere di Porta Vittoria e il degrado dell'area non è una novità per i milanesi. Questa volta abbiamo fatto un giretto del lato sud (quello che si affaccia tra viale Umbria e via Cena, dalle parti del Black Hole e del Plastic per intenderci) e l'impressione è - ancora una volta - che il tempo si sia fermato.

In oltre dieci anni di travaglio - tra lavori bloccati, rinvii, progetti cambiati - gli abitanti ne hanno passate tante:

Per entrare in casa siamo costretti a percorrere un viottolo malmesso che sbuca da via Cena, delimitato da una rete di alluminio, tra topi e sterpaglie

Così racconta un'abitante della zona in un'intervista a Repubblica.

Problemi? Notturni a quanto pare. Anna, che vive in via Vertoiba, commenta

potrebbe scrivere un libro citando enormi cubi di cemento costruiti al solo scopo di essere ridotti in briciole, o tonnellate di lamiere spostate da sinistra a destra, per poi essere riportate a sinistra

Ora le cose dovrebbero pian piano migliorare. I lavori, come assicurano dal Comune, sono ripresi ma ci vorrà del tempo prima di vedere scomparire tralicci, reti di ferro, strade bloccate e - soprattutto - prima di veder sorgere quanto anticipato dall'architetto del Comune Iero...

Un mix funzionale con tre piani di parcheggi interrati, un albergo, residenze private, terziario e commerciale, un supermercato Esselunga, un centro fitness e una nuova cittadella dello sport

L'assessore all'Urbanistica Ada Lucia De Cesaris ci ha fatto un quadro dello stato dei lavori nelle varie aree del cantiere:

Sono stati riavviati i lavori per il completamento dei tre piani di autorimesse interrate, che costituiranno il basamento su cui verrà poi edificato il complesso edilizio previsto negli accordi. Contemporaneamente al cantiere privato sono stati riattivati i lavori di completamento della via Cena, compresa la rotatoria posta all'incrocio con il futuro prolungamento della via Cervignano. La società Sviluppo Vittoria ha da qualche giorno avviato i lavori anche per la realizzazione del corsello di ingresso veicolare da viale Mugello al complesso residenziale. Il completamento dell'opera, che la società avrebbe dovuto realizzare da tempo, consentirà di porre rimedio alla situazione di degrado oggi riscontrabile sull'area destinata alla realizzazione delle opere di urbanizzazione secondaria (aree a verde attrezzato). Per ciò che concerne le aree più a est, oltre viale Mugello, è stato già definito il progetto preliminare del nuovo polo sportivo previsto per l'area"

Grande attesa da parte dei cittadini anche per il nuovo complesso sportivo, la cui destinazione dovrebbe presto essere oggetto di confronto con il Comune. Nelle parole dell'assessore De Cesaris:

Sorgerà su aree di proprietà comunale ma sarà realizzato e gestito dalla Società Porta Vittoria, sulla base di una specifica convenzione che disciplinerà la fruizione delle strutture sportive da parte dei cittadini, ma prima ci sarà il confronto con il Consiglio di Zona. L'assessorato ha creato un collegamento con la zona affinchè sia possibile il monitoraggio di tutte le criticità e i rallentamenti

Veniamo al punto fondamentale, le date.

Il prossimo cronoprogramma dovrebbe essere approvato nel Collegio di Vigilanza che si dovrebbe tenere nella primavera 2012, ad ogni modo in linea di massima queste dovrebbero essere le date:
- urbanizzazione secondarie (aree a verde): giugno 2012;
- urbanizazione primarie (viabilità): ottobre 2013;
- comparto privato: dicembre 2014;
- polo sportivo: giugno 2015

E la superbiblioteca BEIC? Niente da fare - almeno per ora - per, la Biblioteca Europea di Informazione e Cultura, prevista inizialmente nell'area sud del cantiere. Come già era emerso con la precedente amministrazione, i fondi necessari per costruirla, circa 300 milioni di euro, non ci sono e - di questi tempi - poco c'è da sperare. Conclude la De Cesaris:

È ancora prevista la sua realizzazione, ma finché non arriverà il finanziamento dell'opera da parte del governo quell'area sarà dedicata a verde

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: