Il Comune chiude l'Ostello Bello



La notizia - per qualcuno - ha dell'incredibile nella Milano di Pisapia e della partecipazione. Ma è ufficiale che l'Ostello Bello ha ricevuto un avviso di chiusura dal Comune. I motivi sono ancora da chiarire, ma a dare l'annuncio ufficiale sono stati gli stessi gestori dell'Ostello attraverso la pagina facebook:

    il Comune di Milano ci ha notificato l'avvio del procedimento per la chiusura di Ostello Bello, premiato a Dublino pochi mesi fa come secondo miglior nuovo ostello al mondo. 3 anni passati ad impazzire per rispettare assurde normative di ogni tipo non sono serviti. Alla 15° visita in 8 mesi pensano di aver trovato l'appiglio necessario. Noi rimaniamo qua. A lavorare con serietà, passione ed entusiasmo.

Dell'ostello avevamo scritto qua. Per molti si trattava di un luogo di aggregazione in pieno centro, ben arredato, con servizio wi-fi, camere doppie, triple, quadruple e camerate, con spazi anche per conferenze, incontri, o feste, il tutto a prezzi decenti. Adesso la doccia fredda che promette di sollevare molte polemiche ,anche perché si tratta di un episodio che ne ricorda altri avvenuti in epoca Moratti.

Mentre i gestori annunciano un comunicato entro notte, il consigliere comunale di Sel Luca Gibillini dichiara via Facebook: "Io lo dico chiaramente: l'ostello bello che chiude sarebbe il tradimento di una promessa alla città. Poche parole chiare, o io in maggioranza, o annonaria e dintorni che continuano a comportarsi da sceriffi. Sono certo che sono i retaggi di una vecchia cultura tutta da estirpare. La nuova Milano non reprime luoghi belli e produttori di ricchezze".

* Aggiornamento del 26/5/2012 ore 11:12

L'ostello ha risposto con un comunicato (che potete leggere qui) in cui spiegano la motivazione dell'avviso di chiusura: ci sono troppi letti nelle stanze. Nel frattempo, sul profilo facebook e twitter di Pisapia è stato scritto che "nessuno vuole chiudere l'Ostello Bello".

Foto da Facebook

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: