Quello che manca a Milano: i portici


Visualizza Gallerie e portici di Milano in una mappa di dimensioni maggiori

In questi giorni di pioggia il loro accogliente riparo sarebbe una vera manna! A Milano mancano i portici!

A Torino, Bologna, Genova si può andare in giro in centro (e non solo) stando asciutti anche quando diluvia. Qui da noi è possibile farlo giusto in corso Vittorio Emanuele, ma è probabile che la folla ci sbatta in strada a prendere secchiate d'acqua da cielo.

Volete mettere la possibilità di leggersi un giornale a un tavolino sorbendo un caffè sotto un bel portico? Il bar medio milanese ha tavolini sul marciapiede a fianco di una strada trasformata in pista di velocità o in serpentone maleodorante di automobili. Si è provato in passato a lanciare i sottopassi della metropolitana come luoghi di shopping ma l'esperimento non è mai decollato.

Il livello di invidia per torinesi e bolognesi arriva fuori scala, soprattutto quando spira il monsone (vogliamo parlare dell'intensità anomaladelle piogge? Ne parleremo). A me vengono in mente poche zone della nostra città che siano coperte da gallerie o portici. Proviamo a farne un elenco: oltre al già citato e scontatissimo corso Vittorio Emanuele, direi corso Europa, galleria Passarella, galleria Borella, galleria Buenos Aires e poi? Ci suggerite qualcosa in periferia, se esiste, così da ampliare la mappa che abbiamo iniziato a produrre lì sopra?

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: