Biciclette rubate a Milano: quale antifurto usate?

Ieri con un amico al quale hanno rubato la sua amata bici abbiamo disquisito di lucchetti e catene da usare per scongiurare la tragedia del furto di biciclette. Se ci seguite ricordate la brutta esperienza di Gabriele, privato del suo mezzo poco tempo fa, che mosso da urgenza ha partorito un ottimo post sul Cosa fare quando ti rubano la bicicletta a Milano.

L'ABC per non farsi rubare la bici (e qui qualcuno griderà all'ovvietà) è senz'altro quella di legare il telaio, non solo la ruota, ad un palo o ad una ringhiera. Importantissimo fare attenzione a cosa la si lega: magari il ladro fa prima a sfilare il palo del cartello stradale che a tagliare il lucchetto. Lo so, sono banalità che anche un bambino di 10 anni conosce, ma a volta la fretta è traditrice.

Sul sito Rubbici (ne abbiamo parlato qui, che dio lo benedica) c'è un utilissimo vademecum sulla Prevenzione dei Furti. Tra le dritte mi ha colpito in particolar modo questa: "legala sempre vicino ad altre bici magari più appetibili per rapporto valore/lucchetto".

Poi ci sono i dubbi amletici che attanagliano nella scelta del lucchetto. U-lock o catena? Il partito dell'U-lock è sicuramente più numeroso, soprattutto per le bici di valore. Ma anche le catene, se cementate (e quindi molto pesanti), sono molto efficaci. In ogni caso bisogna ricordarsi che contro un buon flessibile e una persona che sa usarlo non si può fare nulla. Detto questo (con tutti gli scongiuri del caso) voi cosa fate per evitare il furto della vostra bici? Usate più di due lucchetti? Non la lasciate mai incustodita per più di 20 minuti? Lasciate a guardia il vostro rottweiler?

Foto by Flickr, Chaquatadepollo

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: