Area C: il Consiglio di Stato blocca tutto, da domani telecamere spente

Tante polemiche per la sua introduzione, poi i primi risultati confortanti, ora dopo oltre sei mesi ecco l'inatteso blocco. L'Area C milanese dal 26 Luglio 2012 verrà sospesa: telecamere spente e il ritorno al passato con tutte le automobili, anche quelle più inquinanti con classificazioni "Euro" ormai superate, autorizzate ad entrare nel centro senza dover pagare la congestion charge e senza il rischio di essere multate.

Il colpo di scena è arrivato poco fa. Il Consiglio di Stato ha riconosciuto alla Mediolalum Parking, la società che gestisce un'autorimessa alle spalle di Piazza Duomo in Largo Corsia dei Servi, il diritto a vedersi riconosciuta la sospensione cautelativa del provvedimento che istituiva l'Area C in attesa che il TAR si pronunci sul merito del ricorso. In sostanza la società ha chiesto la cancellazione del sistema che ha permesso la riduzione del numero di auto che entra nel centro di Milano (e significativi introiti grazie al pagamento del ticket necessario per recarsi ugualmente all'interno degli 8,2 Km quadrati delimitati dalla Cerchia dei Bastioni), ma in primo grado non aveva ottenuto la sospensione cautelativa.

La novità rispetto al passato, quando i ricorsi al Tar erano stati respinti, è proprio quella legata alla sospensiva. Il tribunale amministrativo non ha detto che l'Area C, evoluzione marchiata Pisapia dell'Ecopass morattiano, è illegittima, ma ha riconosciuto ai ricorrenti il diritto che in attesa del giudizio di merito questa venga fermata. La conseguenza è quella di riportare Milano a prima del 12 gennaio 2008: da domani in centro potranno entrare tutti, senza pagare nulla, per tutto il giorno. Anche le auto più vecchie e più inquinanti. Il Comune si è adeguato, confidando che il giudizio nel merito gli darà ancora una volta ragione, ma nel frattanto gli introiti dell'Area C (calcolati in 30 milioni di euro l'anno) si bloccheranno. Non arriveranno più quei soldi e nella Cerchia dei Bastioni rispunteranno le auto che fino ad oggi erano bloccate o costretta a pagare 5 euro per ogni ingresso.

Foto | © TM News

  • shares
  • Mail
26 commenti Aggiorna
Ordina: