Milano, metropoli o paesone?

Quando noi milanesi visitiamo una metropoli straniera, non possiamo esimerci dal fare i confronti e, se la nostra città spesso vince per operosità e cultura, altrettanto spesso ci si rende conto che Milano è piccola, nelle abitudini e negli stili di vita.

I confronti sono all'ordine del giorno, ne parlavamo settimana scorsa partendo da una lettera di proteste, infondo è vero, per tante cose Milano è più facile confrontarla con Abbiategrasso che con New York: le strade spesso troppo piccole per il flusso di traffico che devono sopportare, i mezzi pubblici di trasporto sempre pieni e lenti. Una metropolitana ferma a più di vent'anni fa, i treni dei pendolari in perenne ritardo. L'eterna lotta con i comuni limitrofi che fanno i loro interessi di bilancio fra ticket di ingresso e semafori troppo intelligenti. Taxi in certi orari con costi proibitivi per la maggior parte della popolazione,

Supermercati chiusi, deleghe di apertura, periferie spesso abbandonate a loro stesse ma anche l'arretratezza delle strutture che diventano vere e proprie barriere architettoniche per i disabili che devono vivere la città.

Foto di Confusedvision

  • shares
  • Mail
27 commenti Aggiorna
Ordina: