Nuove telecamere a Chinatown

Si parlava qualche giorno fa sul nostro blog della 'guerra' tra vigili, leggi amministrazione comunale, e commercianti di Chinatown. I vigili, appellandosi ad una legge del 1930 che indica il divieto di portare merci voluminose sui marciapiedi, fanno multe ai commercianti che si muovono con i carrellini mettendo i bastoni tra le ruote ai cinesi. Da qualche giorno però l'amministrazione comunale ha fatto un ulteriore passo avanti nell'assedio della zona, sono state installate 5 nuove telecamere di sorveglianza. Sono state posizionate in corrispondenza degli incroci di via Paolo Sarpi con largo Gadda, via Lomazzo, via Niccolini, via Bramante e piazzale Baiamonti. Si tratta di impianti a tecnologia avanzata speed-dome, con la possibilità di ingrandire l’immagine tramite zoom e di manovrare la posizione della telecamera di 360°. Insomma i pochi chilometri di via Paolo Sarpi e dintorni diventano il luogo più osservato di Milano, eppure non è certo una delle zone più pericolose. Viene il sospetto che tanto zelo da parte dell'amministrazione comunale sia frutto delle pressioni del comitato di quartiere (citato anche nelle dichiarazioni di De Corato) più che di un progetto pensato per migliorare la città. Voi che ne pensate? Non sembrano eccessive le attenzioni che Riccardo De Corato e compagni stanno dedicando all'area?

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: