Il blogger della domenica: Falso Idillio

Milano è grande e piena di blogger. Noi ne scegliamo uno a settimana, che sia un monito ai nostri lettori perchè non si perdano nel duro mondo dei blog personali. Oggi sotto la lente d'ingrandimento c'è Falso Idillio, disilluso e poliedrico artista noto come B.Georg di cui potete leggere e ascoltare le composizioni dai link che trovate sul suo weblog.

Quando hai iniziato a bloggare, chi ti ha convinto?

Nel novembre 2002. Non avevo bisogno di essere convinto, è stato amore a prima vista.

Di cosa parli in genere?

Secondo me, non si offenda, fare una domanda del genere vuol dire non aver chiarissimo cosa sia un blog. Un blog non parla di qualcosa piuttosto che di qualcos'altro, il blog è una persona scritta. (È una formulazione molto talebana, lo so, ma così forse ho anche risposto alla domanda...)

L’argomento che ti ossessiona di più.

Cerco sempre di scrivere qualche pezzo letterariamente valido. Purtroppo questa è anche l'ambizione tipica di chi scrive cose letterariamente mediocri. Un vero circolo vizioso, accidenti... Mi rifaccio scrivendo poesie in cui incolonno parole a caso, finora nessuno l'ha scoperto.

Dimmi un segreto della tua arte che non riveleresti mai a nessuno.

Vede, caro, prima di dipingere un paesaggio io mi metto sempre gli occhiali. È che sono miope. Come? Non è della rivista Spatole & Pennelli? Scusi... ehm, la linea è molto disturbata, non la sento, bzzz bzzz crcrcrcccccc

La persona più importante che ha parlato del tuo blog?

La mia fidanzata. Importante in che senso?

La chiave di ricerca più strana

Non le guardo, mi spiace. La più strana però è "chiavi di ricerca sui blog". Ma l'ho messa io adesso, quindi non vale.

Il post più letto

Non ne ho idea, penso siano tutti letti allo stesso modo, cioè poco. Nessuno legge i
blog degli altri. L'ultima frase forse è falsa.

Il tuo miglior lettore
Il papa mi legge ogni mattina. Crede che il mio sia un sito di agriturismo della Bassa Baviera. Non ho capito come gli sia venuta questa idea. Io non so nemmeno il tetesko, ja!?

Qualche commento che non scorderai mai

"Sei un buffone, una testa di rapa, un perditempo, un cicisbeo rincretinito"

Era mia madre.

I tuoi blog preferiti?

Sono tre, li leggo ogni mattina, ma sono così noti che non li cito. NON c'è Grillo, comunque.

La cosa di internet che odi di più.

Non si sentono gli odori.

Vuoi più bene al tuo blog o ai tuoi parenti?

Perché, scusi, lei "vuole bene" al suo blog? Ha mai pensato di farsi vedere da uno bravo?

I blog possono dare dipendenza, la così detta scimmia del blogger?

All'inizio sì, poi passa.

Smetteresti mai di bloggare?

Certo, uno ci pensa sempre. Ma è un po' come pensare di smettere di usare il telefono, o le pentole. Oddio, può capitare, metti che ti tagliano il gas... Ma mettersi d'impegno per una roba del genere è da fanatici. E poi basta non scrivere, mica è necessario chiuderlo, il blog.

Cosa fai per vivere?

Nel senso dello stipendio? Sono un giornalista. Se mi interessasse la diatriba blogger-giornalisti sarei nella posizione migliore per dirle molte cose interessanti al proposito; malauguratamente credo di essere abusivo su entrambi i lati. Come giornalista di sicuro. Ancora non ho capito perché mi pagano. Ma forse questo vale per tutti i giornalisti... Boh.

Il migliori posti per fare colazione, per pranzare, per cenare la sera.

Non sono un uomo di mondo, non frequento, io ho un percorso stabilito, come gli impiegati, le formiche, i binari del treno... Una noia che non le dico.

Il miglior wireless bar di Roma

Non saprei, io sto a Milano e non so nemmeno se ne esistano, qui.

Saluta come meglio credi

Con la mano. Non si vede, purtroppo.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: