Le opere di Salvatore Fiume in mostra al grattacielo Pirelli

A quindici anni dalla scomparsa di Salvatore Fiume (1915 - 1997) Milano rende omaggio all'artista siciliano con una mostra antologica curata da Alan Jones, Elena Pontiggia e dai figli Laura e Luciano Fiume. Da mercoledì 24 ottobre cinquanta opere di Fiume (25 dipinti, 15 disegni, 5 sculture e 5 ceramiche) saranno esposte a palazzo Pirelli (Piazza Duca d'Aosta, 1) nell'ambito della mostra "Le identità di Salvatore Fiume". La personale, che sarà visitabile gratuitamente fino al 23 dicembre, ospita le produzioni realizzate tra gli anni Quaranta e gli anni Novanta, divise in due sezioni: nella prima le opere prodotte fino agli anni '60, nella seconda i lavori successivi alla rivoluzione stilistica degli anni Settanta.

Il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni ha inaugurato la mostra:

Le sue città senza tempo le sue figure umane stilizzate, scolpite nella pietra esprimono il desiderio di rappresentare la solidità dell'uomo e dell'umanità, capaci di superare anche gli eventi più drammatici come i conflitti. A rendere le sue opere fortemente espressive, non è solo la sperimentazione di tecniche innovative, ma soprattutto la ricchezza dei contenuti e la continua ricerca di nuovi temi, di cui Fiume si è reso fantasioso interprete

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail