May Day Parade the day after

mayday

Dopo il post di Goldmund100, rilancio anche io con qualche scatto realizzato ieri e con qualche sensazione a caldo dopo un lungo corteo. Sono le 21:25 di martedì sera e finalmente sono davanti al mio pc. Le gambe sono a pezzi e il mal di testa impera. Ma ne è valsa la pena. Torno adesso dalla May Day Parade, e torno a piedi perchè i mezzi non vanno, con un buon bottino di foto e con un'ottima impressione della manifestazione dei precari ormai giunta alla sua settima edizione. Il corteo di quest'anno è stato contraddistinto dalla presenza dei tarocchi, XXI carte con varie figure (l'imprenditore, il telfonista, la catena, ecc.) che rappresentano il mondo del lavoro precario. Durante la manifestazione l'occupazione principale dei presenti era quella di correre da un capo all'altro del corteo per racimolare le carte mancanti, se non le trovavano si buttavano nel baratto con gli altri manifestanti. Insomma una vera festa di piazza che oltre a portrare avanti le istanze dei precari pompa ottima musica a tutto volume e soprattutto tanta birra.

La may day va oltre il normale corteo, è una vera e propria festa per ballare, incontrare amici che non si vedono da anni, sbevacchiare qua e là e portare in strada, in modo creativo e giocoso, i problemi dei tantissimi precari italiani. Io, dopo ore di baratti, sono tornato a casa con tutte e XXI le carte dei tarocchi precari che venivano distribuiti in corteo. L'unico rammarico è che non ho trovato le figuirine che mi mancavano per completare l'album degli imbattibili della mayday parade di un paio d'anni fa.

mayday1

mayday
mayday1
mayday si balla
mayday musica
mayday chi guarda e chi sta sotto

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: