Weekend di Sant'Ambrogio: 6 cose da fare a Milano (la settima decidetela voi)

Il ponte si avvicina. Non sarà lungo come quello dell'anno scorso, ma in molti lo attraverseranno traghettandolo in montagna a sciare. Fortunelli. In città le luci di Natale sono state già accese e la frenesia del Natale sparge il contagio.

Le previsioni? Freddo e ancora freddo. Venerdì potrebbe nevicare. Per fortuna Milan l’è sempre un gran Milan e offre tanti svaghi per questo weekend, anche se rimarrete in città. Vi proponiamo una lista di alcune cose da fare (l’ultima suggeritecela nei commenti) e buon ponte di Sant Ambroeus.

1: Lo shopping frenetico. Fino al 11 dicembre c’è L’Artigianato in fiera a Rho, manifestazione enorme in cui si può gozzovigliare e portarsi avanti per i regali di Natale. Consiglio: pretendere di vederla tutta in un sol botto ecquivale ad un Hara-kiri. Limitatevi a 2-3 padiglioni.

2: Lo shopping benefico. Al Banco di Garabombo di Pagano si svolge il consueto mercato equo e soliale, aperto tutti i giorni dalle 9 alle 20, nel parcheggio di via Pagano. Un tendone con un sacco di idee per il Natale tra prodotti del commercio equo, biologici, di filiera corta oltre a quelli fatti in carcere, di cooperative sociali italiane e a marchio Libera Terra. E ancora abbigliamento, accessori, articoli per la casa, idee regalo, prodotti cosmetici e libri.


3: Arte e psiche
. C'è Amore e Psiche a Palazzo Marino, l'esposizione che porta a Milano due capolavori neoclassici, la scultura di Antonio Canova e il quadro di Francois Gerard (ing. gratutito). Proprio di fianco a Palazzo Marino vale un giro alle Gallerie d'Italia, il nuovo museo di Milano dedicato all’arte dell’Ottocento. Gli stomaci forti possono ancora fare un giro a Body Words, la scioccante mostra alla Fabbrica del Vapore. Se al macabro preferite invece la dimensione gioiosa del sesso, prendete in considerazione l'idea di farvi un giro alla Triennale per "Kama, Sesso e Design", una grande mostra che analizza il rapporto tra eros e progetto.

4: Tra i libri. Torna il Salone del Libro Usato, una miniera di occasioni per chi sbava per le edizioni limitate e introvabili. Dal 7 al 9 dicembre alla FieraMilanoCity tra centinaia di bancarelle in cui scovare edizioni originali e libri d’epoca. Ci sono anche gli editori che si mettono in mostra con i tesori della loro collezioni. L’ingresso è libero (orario 10/19).

5: Gli Inossidabili Oh bej! Oh bej!. Da giovedì, tra le vie del Castello, più di 400 bancarelle sfideranno il freddo fino a domenica 9. 25000 mq di area fieristica, lungo il perimetro del Castello Sforzesco che va da Viale Gadio a Piazza Castello, 390 bancarelle con prodotti dell’artigianato locale, alimentari, caldarroste, dolci, libri usati, quadri, cornici, fiori, addobbi natalizi e spettacoli di personaggi della cultura e del cabaret.

6. Per contestatori. Venerdì 7 c’è la prima della Scala. Se siete tra quelli che non andrà alla prima (d’altronde il biglietto arriva a costare anche 2.400 euro) potrete divertirvi a contestare i rappresentatnti delle istituzioni (Napolitano però ha dato forfait). Se invece volete vederla, a partire dalle 17, l'opera di Wagner sarà visibile su Rai5 e RaiHd e ascoltabile sulle frequenze di Radio3. Decine i maxischermi per vedere lo spettacolo sparsi in città (in merito vi terremo aggiornati con l'elenco completo).

  • shares
  • Mail