Uffici comunali in una scuola elementare di Milano

Raccogliamo l'appello dei genitori della scuola elementare Bacone di Via Matteucci a Milano.

I loro figli tornati a scuola lunedì 21 maggio, hanno avuto la spiacevole sorpresa di trovare degli estranei all'interno del plesso scolastico. L'assessore Stefano Pillitteri ha infatti deciso di aprire in alcuni locali della loro scuola un ufficio distaccato dell’anagrafe.

Se volete controllare di persona, dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 15.30 avrete anche voi libero accesso alla scuola, come chiunque!

Tra i servizi erogati oltre alla richiesta di certificati anagrafici, DIA, idoneità alloggiative per stranieri è prevista anche la presentazione di reclami. Dunque cittadini arrabbiati!

Avete capito bene, uno sportello aperto al pubblico all'interno di un istituto scolastico.

Non solo: dato che le persone hanno libero accesso e i cancelli sono aperti, i bambini nello stesso modo, potrebbero uscire in strada e per evitare questo saranno probabilmente seppelliti all'interno delle aule, anche durante questi mesi estivi.

L'assessore ricorda che la situazione della scuola Bacone non è isolata, "sono numerose le scuole che, all’interno della propria struttura, ospitano servizi diversi erogati dal Comune, da altri enti (come l’ASL) e anche da associazioni private." ed ha assicurato l'attenzione del comune per la sicurezza dei bambini.

I genitori non intendono accettare questa decisione calata dall'alto ed hanno protestato presso il consiglio di zona 3 e davanti alla scuola, certi che si possano trovare luoghi più adatti per questo ufficio.

Galleria di foto: E' stato aperto un ufficio dell'anagrafe all'interno di alcuni locali della scuola, i genitori preoccupati chiedono chiarimenti al comune di Milano sulla sicurezza dei giovani studenti

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: