Finite le feste, torna Area C

Le feste vanno in archivio e da questa mattina tutto è ripreso come prima. Code ai caselli e in tangenziale, treni per i pendolari in ritardo o intasati, convogli soppressi e proteste. E con la riapertura delle scuole riprende a funzionare la tassa di accesso alla Cerchia dei Bastioni, l’Area C.

La ripresa è segnata anche dall'azzeramento del contatore di accessi per i residenti, che hanno a disposizione 40 accessi gratuiti in un anno. Lo annuncia il Comune di Milano, spiegando come tornino in vigore le regole che disciplinano gli accessi alla Ztl dalle 7.30 alle 19.30 nei giorni feriali eccetto il giovedì dalle 7.30 alle 18, quando al contrario le telecamere restano spente per lasciare spazio allo shopping, ancor più in periodo di saldi.



I residenti esauriti i loro 40 ingressi, potranno continuare a usufruire della tariffa agevolata di 2 euro. Nei primi 8 mesi di Area C, riferisce il Comune, fino al 30 novembre, il 73,5% dei residenti non ha superato i 40 ingressi gratuiti mentre il 32,3% ha effettuato al massimo 10 ingressi, restando abbondantemente al di sotto della soglia oltre la quale si comincerà a pagare. Da questa mattina e fino alla fine della sperimentazione varranno poi le stesse deroghe, esenzioni e agevolazioni in vigore nei mesi scorsi. Potranno dunque accedere ad Area C gratuitamente, oltre alle auto elettriche e alle moto e motorini, anche i veicoli ibridi, bifuel, ma anche quelli - decisamente più numerosi - alimentati a metano e Gpl. Vietato del tutto l'accesso alla Ztl, nei giorni e negli orari di attivazione di Area C, per tutte le auto benzina Euro 0 e diesel Euro 0, 1, 2 ed Euro 3 (senza filtro antiparticolato).

  • shares
  • Mail