Chiedono sicurezza ma non vogliono nuove assunzioni tra i vigili

Da sei mesi a questa parte il governo cittadino, ovvero Moratti & Co., non hanno fatto altro che puntare sul tema della sicurezza. Hanno fatto cortei, chiesto nuovi poliziotti, criminalizzato comunità straniere, ma in concreto cosa hanno fatto? Sono sempre di più le lamentele di chi non vede il vigile di quartiere, dal sito del comune di Milano sono spariti i numeri di cellulare dei vigili di quartiere che fino a poco tempo fa erano facilmente rintracciabile tra le pagine web del comune, e l'ultima ciliegina sulla torta è arrivata ieri in consiglio comunale. Il centro sinistra ha proposto di "procedere a 250 nuove assunzioni per riportare l'organico dei vigili a 3100 unita'', ovvero il numero previsto di vigili a Milano. Ebbene, la mozione è stata bocciata con 27 no contro 20 si. Inoltre la proposta chiedeva di ridare vita ai comandi periferici, De Corato all'ANSA ha risposto così:

''Inaccettabile l'idea di ripristinare la funzionalita' dei comandi periferici: l'accorpamento dai precedenti quindici agli attuali nove ha garantito una razionalizzazione nel rapporto tra comandi e zone di decentramento''

Insomma, no a più vigili e no ai comandi in periferia. Come si può chiedere continuamente più sicurezza e poi dire no a provvedimenti tanto elementari per il ripristino dell'ordine?

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: