Nel Duomo di Milano obolo di 2 euro per fare foto


Spending review, taglio agli enti locali e casse che languono. Anche il Duomo ha la sua bella matassa da sbrogliare: trovare 25 milioni di euro per poter completare gli interventi strutturali più urgenti, che riguardano la Guglia Maggiore e tutte le altre guglie minori. Entro il 2015, in tempo per Expo. Insomma, si batte casse come si può.

Dopo l'iniziativa Adotta Una Guglia, quelli della Venerabile Veneranda, si sono inventati un nuovo modo per riempire il maialino dei risparmi: sul banco all'ingresso è possibile versare un obolo di 2 euro e ricevere un braccialetto rosso. Una volta indossato, si possono riprendere, ma senza flash, le favolose meraviglie della cattedrale. L'idea del bracciale per le foto è un esperimento di tre mesi.

Per fortuna l'ingresso al Duomo rimane gratuito. Già lo scorso aprile erano già state alzate le tariffe per la visita alla terrazza, quota guglie e Madonnina: scale 7 euro, ascensore 12. Da pochi giorni si batte cassa con la nuova mania: quella di fotografare. Gianni Baratta, responsabile della comunicazione della Veneranda Fabbrica del Duomo che ha deciso gli ultimi ritocchi di prezzo, ha spiegato che gli aumenti sono stati inevitabili.

Se, come nel caso dell'aumento del biglietto per le salite, i visitatori non diminuiranno l'obolo di 2 euro sarà confermato. Ovviamente la notizia riguarda i turisti, certo non i milanesi che conoscono bene la cattedrale. Rimane il dubbio: voi paghereste per fare delle foto con un cellulare o una macchinetta portatile? Se siete giapponesi già sappiamo la vostra risposta.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: