L'ex sindaco di Buccinasco che bara a scacchi

Non si può mai stare tranquilli, neanche al circolo degli scacchi.
La Commissione Giustizia e Disciplina della FSI (Federazione Scacchistica Italiana) ha emesso un provvedimento di radiazione ai danni dell’ex sindaco di Buccinasco, Loris Cereda, che avrebbe “barato” durante un torneo, e denunciato tempestivamente dai suoi ex compagni di squadra.

Una microtelecamera e un auricolare: questi gli strumenti che avrebbe utilizzato durante le ultime tre partite di un torneo a squadre per ottenere suggerimenti circa la strategia.

"Ho depositato regolare ricorso dove rispondo nel dettaglio a quanto mi è stato imputato" replica piccato l’ex primo cittadino che, minato nella lealtà sportiva ribatte: “non ho mai barato né tanto meno utilizzato strane tecnologie durante le partite".

Eppure, nonostante l’indignazione di Cereda, risulta difficile giustificare l’improvviso e vertiginoso miglioramento con il quale ha disputato gli ultimi match, e tanto più in un gioco richiede ferreo impegno e attenzione.

Ma l’ex sindaco non è estraneo alle accuse: il 22 marzo del 2011 venne infatti arrestato insieme ad un assessore e un consigliere comunale per corruzione e falso in atto pubblico.
Anche in quel caso lui gridò alla cospirazione politica, peccato che a distanza di oltre un anno uscì il video che mostrava Cereda nell’atto di ricevere una “mazzetta” da 10 mila euro.

Francesca, che a Buccinasco ci è nata e ci vive commenta così la questione:

Cereda ha passato gli ultimi anni a definirsi un perseguitato dai magistrati politicizzati, e anche ora si proclama innocente. Fortunatamente per noi cittadini di Buccinasco almeno in questo caso non ci saranno ripercussioni "pubbliche", tranne forse qualche presa in giro per esserci fatti governare 2 anni da un ex Sindaco che bara persino a scacchi!

e in effetti.. voi che ne pensate?

Foto: Flickr

  • shares
  • Mail