Un venerdì a tutta techno: stasera Gesaffelstein, Igor Project, Craig Richards, Petar Dundov, Derrick May e Dasha Rush

Un venerdì sera da imbarazzo della scelta, o meglio da delirio tutto da ballare per chi non resiste ai beat della techno music.

Tante sfumature di un genere che si insedia nelle consolle e nei mixer di diversi dancefloor milanesi grazie alla presenza di alcuni nomi davvero eccellenti del panorama mondiale.

Tutti qui, tutti in una notte, ma tutti in diversi locali.
Ecco per voi una breve descrizione di chi potreste incrociare stasera se deciderete di dedicarvi alle danze.

Al Tunnel (via Sammartini 30) arriva Gesaffelstein, il bel dj francese che sta scalando la vetta tra i superstar dj con la sua musica che molti definiscono “dance metal”, una fusione energetica e ossessionante tra la techno attuale e ritmi elettronici di provenienza punk e new wave. Ad affiancarlo in consolle i resident della serata Le Cannibale, Uabos e Nemsi. Dalle 22, ingresso 18/15/13€.

Direttamente dal Ministry of Sound di Londra, sbarca al Tocqueville (Via de Tocqueville 13) Igor Project uno dei protagonisti assoluti del tour che il celebre “brand” nottambulo sta facendo in mezzo mondo per proporre il proprio stile musicale. Dalle 23, ingresso 20/10€.

In zona Lambrate, il Dude Club (via Plezzo 16) ospita il sesto compleanno della one-night Privat che si pregia per l’occasione di due notissimi e apprezzatissimi dj. Craig Richards, indiscusso pioniere della scena britannica, e Petar Dundov, paldino croato della techno music. Dalle 23.45, ingresso 15/12/10€.

Il Life Club (via Alserio 5) di zona Isola vede approdare alla consolle della sua serata Detroit Derrick May, dj e producer statunitense considerato uno degli inventori della techno insieme a Jaun Atkins e Kevin Saunderson, affiancato dal nostrano Machine con la sua proposta industrial e tribale. Dalle 23, ingresso con selezione.

Infine all’Amnesia (via Gatto) dominano la consolle due berlinesi d’adozione, la russa Dasha Rush, nota per le sue performance che miscelano arte, teatro e techno music e T47, Tommy Four Seven con le sue ricercate selezioni deep.

A voi la scelta!

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: