Campo nomadi, nonno 78enne uccide due nipoti

È arrivato a Milano (meglio, a Muggiano) dalla Toscana, ma dopo un paio di giorni nel campo nomadi ha ucciso due nipoti di 17 e 21 anni: "Non mi rispettavano più", ha detto. L'assassino è il nonno delle due vittime, un nomade di origini serbe Nazif Sulejmanovic, 78 anni.

L'uomo, all'improvviso, ha impugnato la pistola e ha sparato ai due nipoti. Niente faide familiari né lotte fra clan rivali: una "banale" tragedia familiare, nata forse dalla testa di un uomo che - dopo una vita ai margini della legalità - ha visto morire in poco tempo diversi figli e la moglie.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: