Verona, confiscati appartamenti-lager per immigrati

A Verona un giudice ha multato un gruppo di proprietari di casa che affittavano a cittadini immigrati senza permesso di soggiorno. Ma non solo: gli appartamenti erano, per lo più, in precarie condizioni igieniche e soprattutto in molti casi non rispettavano le norme di sicurezza, per esempio sugli impianti del gas. Non solo i proprietari sono stati multati, ma gli immobili sono stati sequestrati e sigillati.

Che c'entra questo con Milano? Anche qui, per chi non lo sapesse, centinaia di padroni di casa lucrano sulla disperazione e sulla debolezza degli immigrati, specie quelli senza permesso di soggiorno che non hanno diritti e non si possono ribellare. Così fioriscono appartamenti-dormitori, con cinque o sei persone in un monolocale o fino a dieci in un bilocale. Letti a castello, brande e materassi nel corridoio, via-vai di persone che cambiano quasi ogni giorno.

Dopo una sentenza come quella di Verona anche qui si dovrebbero muovere le istituzioni, a cominciare dalla Asl e dal controllo impianti del Comune. Temo, invece, che non succederà nulla finché magari in uno di questi appartamenti-lager non esploderà una caldaia o uscirà gas da un tubo consumato. E le vittime saranno gli immigrati e i loro ignari vicini di casa.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: