Fuoco al Ma-Ga il Museo di arte contemporanea di Gallarate













Sembra ieri l'inaugurazione del Ma-Ga, avvenuta nel 2010, esempio coraggioso di struttura museale decentrata dai soliti circuiti milanesi. Le opere della collezione permanente non sono proprio da 4 soldi: Carrà, Sironi, Del Bon, De Rocchi, Guttuso, Treccani e molti altri. Così il sito ufficiale sulla struttura:

Il complesso architettonico è costituito da due corpi edilizi attigui e comunicanti: il primo è un fabbricato industriale degli anni Trenta del Novecento appositamente ristrutturato e il secondo è un edificio progettato e costruito ex novo, caratterizzato da una sorta di quinta scenica in laterizio che, per la sua forma curvilinea abbraccia la piazza circolare antistante, diventando un elemento di calda accoglienza per i visitatori.

Purtroppo ieri pomeriggio, intorno alle 14.30, al museo si è sviluppato un incendio dal tetto, dove erano in corso lavori di ristrutturazione a causa delle perdite di acqua che si verificavano quando piove. Il personale ha provveduto a trasportare fuori i quadri esposti all'ultimo piano, quello interessato dalle fiamme.

In un primo tempo vigili del fuoco hanno circoscritto il fuoco nel punto in cui il rogo è partito, sul tetto del museo, ma le fiamme si sono nuovamente espanse da un secondo focolaio, attraverso il tetto in polieuretano, fino all'ala nord dell'edificio. Tutte le opere sono state trasportate in salvo nel magazzino.

  • shares
  • Mail