L’ordine della Moratti: Mai più vigili obesi

Mai più ghisa obesi o filiformi. D'ora in poi è richiesta una sana e robusta costituzione per il corpo di polizia Municipale milanese. La giunta comunale ha approvato una delibera che modifica i requisiti per vincere il concorso pubblico per vigile urbano. Secondo il nuovo regolamento, infatti, verranno saranno scartati i troppo grassi e i troppo magri.

Insomma la Moratti vuole introdurre nuovi vigili che fronteggino con indomito sprezzo del pericolo il traffico e le polveri sottili, situazioni di emergenza, aggressioni e tumulti vari. E se metà dei milanesi sono in soprappeso significa che almeno il 50% degli aspiranti vigili dovranno rinunciare ad un futuro da ghisa, perlomeno i casi più gravi. Gli altri, quelli al "limite", per il prossimo imminente bando (50 i posti disponibili, l'opposizione tempo fa aveva chiesto l'assunzione di 250) sono avvertiti: dieta e palestra oppure il posto da vigile è off-limit.

E’ la volontà della Moratti che probabilmente vuole conquistare gli ispettori dell’Expo’ con un “corpo” di polizia municipale adeguato a Milano? Molto più banalmente l’assessore alla salute Carla De Albertis punta il dito sulle aggressioni che hanno subito i vigili negli ultimi tempi che in questo modo verrebbero scoraggiate. Non solo, si vuole inoltre evitare il rischio di imbarcare uomini e donne dalla salute cagionevole. Molti sono infatti i vigili che a causa di patologie varie sono stati trasferiti dalle strade e “condannati”, si fa per dire, a rimanere in ufficio.

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: