Area C, le nuove regole del Comune

Palazzo Marino si appresta a ridiscutere il provvedimento simbolo delle politiche di contrasto al traffico privato. Tra due settimane arriverà in Consiglio comunale il Pgtu (Piano Generale del Traffico Urbano) contenente la delibera istitutiva di Area C, che smetterà così di essere un provvedimento sperimentale per divenire definitivo.

Attualmente le telecamere che presidiano i varchi ai Bastioni restano accese dal lunedì al venerdì dalle 7,30 alle 19,30, tranne il giovedì che si spengono alle 18. Proprio il giovedì, dopo una lunga trattativa con i commercianti, erano previsti eventi per promuovere il centro città, i negozi e i locali: peccato che la sperimentazione non sia mai decollata. La prima conseguenza della revisione della delibera e della volontà di omogeneizzare gli orari di Area C potrebbe riguardare proprio questa iniziativa: probabilmente non si rinuncerà ai Giovedì dello shopping, ma lo si vorrà slegare dalla congestion charge, senza dunque perderlo del tutto.

Novità per quanto riguarda anche gli orari di accesso: l'ipotesi principale è quella di attivare le telecamere dalle 6 alle 18. Per ora è solo un'ipotesi e ci si aspetta una grande battaglia in Consiglio comunale.
Sicura, invece, l'introduzione delle mini-multe: chi non pagherà l'accesso entro 24 ore dall'ingresso in Area C, avrà sette giorni di tempo per mettersi in regola, corrispondendo una multa ridotta. Si parla di circa 20-30 euro al posto dei normali 70.
Pare ormai scartata l'idea di far pagare un ingresso maggiorato ai conducenti dei Suv: è obbiettivamente difficile trovare un criterio solido per stabilire quale auto sia nella categoria Suv e quale no. Per questo occorrerebbe certamente una norma a livello nazionale e, visti i tempi, certamente non la vedremo in tempi brevi.

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: