Milano Manga Festival 2013: al via alla Rotonda della Besana la mostra "200 anni di arte Manga”

Presente all'inaugurazione il neo-assessore alla Cultura Filippo Del Corno

Oggi alla Rotonda della Besana (in via Besana) è stata presentata ufficialmente la mostra “200 anni di arte Manga”, che aprirà la prima edizione del Milano Manga Festival, in programma dal 3 maggio al 21 luglio sia alla Rotonda che presso il WOW Spazio Fumetto.

L'esposizione, curata da Isao Shimizu, riunisce per la prima volta quasi 500 tavole, tra originali e copie, di oltre 350 artisti.

Si ripercorrerà lo sviluppo di quest'arte, divenuta una delle più rappresentative della cultura giapponese contemporanea, negli ultimi due secoli. Il percorso parte dal cosiddetto “Manga di Hokusai”, che risale al 1814: si tratta di un'opera formata da 15 volumi in cui compaiono oltre quattromila personaggi e a cui si deve la diffusione del termine 'manga'. Segue un percorso cronologico suddiviso in sei tappe: il DNA del Manga, dall'adulto al bambino, il Dio del Manga (Tezuka Osamu), l'età delle riviste, l'età dell’oro, la svolta multimediale.

Presente all'inaugurazione anche l'assessore alla Cultura Filippo Del Corno che ha dichiarato:

"Milano accoglie con entusiasmo la prima edizione del Manga Festival. Fra la nostra città e il Giappone c’è da lungo tempo un rapporto intenso, frutto non solo del gemellaggio con Osaka, ma anche del grande interesse sempre manifestato dai milanesi per le diverse espressioni della cultura nipponica. Oggi questo rapporto si arricchisce ancor di più, perché Milano inaugura, con questo primo Festival dedicato all’arte Manga, una collaborazione importante che si inserisce nei numerosi progetti in vista di Expo 2015, proponendo ai milanesi una mostra antologica straordinaria: il progetto espositivo offre infatti una pluralità di prospettive su questa antica arte, che si colloca al crocevia tra cultura, storia e società e offre la possibilità di osservarne l’evoluzione e la diffusione in tutto il mondo"

I dôjinshi invece, i manga 'indipendenti', saranno invece protagonisti dal 15 maggio al 15 giugno allo WOW Spazio Fumetto (ingresso gratuito), insieme a corsi, workshop, incontri con gli autori e conferenze con esperti provenienti dal Giappone e italiani.

Qui la fotogallery completa

Dal 3 maggio al 21 luglio 2013, tra Rotonda della Besana e WOW - Museo del Fumetto

Dal 3 maggio al 21 luglio 2013 si terrà il primo "Milano Manga Festival". L'evento si svolgerà in due sedi: alla Rotonda della Besana ci sarà una mostra su 200 anni di storia dell'arte Manga, mentre presso lo spazio WOW - Museo del Fumetto si terrà un focus sugli autori Manga indipendenti.

"200 Anni di Manga", la mostra antologica curata da Isao Shimizu e frutto di anni di lavoro, riunirà per la prima volta quasi 500 tavole. Per realizzarla sono stati coinvolti gli esperti del settore, i manga-ka, e le più importanti case editrici giapponesi.

L'esposizione ripercorre lo sviluppo negli ultimi due secoli di quest'arte, dal "Manga di Hokusai" del 1814, un'opera formata da 15 volumi in cui compaiono oltre 4.000 personaggi e a cui si deve la diffusione del termine 'Manga'.

Il percorso cronologico è diviso in sei tappe (il DNA del Manga, dall'adulto al bambino, il Dio del Manga Tezuka Osamu, l'età delle riviste, l'età dell’oro, la svolta multimediale) e saranno anche allestiti alcuni approfondimenti speciali, per capire meglio le connessioni tra cultura e vita sociale - ovvero il rapporto tra il Manga e alimentazione, educazione, medicina, musica e moda -.

Una sezione speciale sarà dedicata al Manga conosciuto in Italia come "Holly e Benji" ("Captain Tsubasa"). Il suo creatore, Yoichi Takahashi, sarà uno degli ospiti del festival.

Dal 15 maggio al 15 giugno invece allo spazio WOW ci sarà una mostra speciale a ingresso gratuito sui dôjinshi, i Manga indipendenti.

L'Europa è il più grande mercato del Manga a livello mondiale, e l'Italia è il Paese in cui i Manga si sono diffusi insieme alle versioni Anime.

In sede di presentazione dell'evento l'assessore alla Cultura, Moda, Design Stefano Boeri ha spiegato:

"Questo Festival manifesta in modo chiaro la nostra intenzione di dare più forza all'attenzione che Milano ha sempre manifestato verso la cultura giapponese. Un'attenzione che inizia già nell'Ottocento con l'interesse verso Hokusai, al quale Palazzo Reale ha dedicato una mostra nel 2004, e che è proseguita fino ad oggi, investendo tutti i campi dell'espressione artistica: dal fumetto al cinema, dalla fotografia all'arte contemporanea. Per le mostre legate al Milano Manga Festival abbiamo voluto riservare due nostri prestigiosi spazi espositivi, sui quali investiamo molto: la Rotonda di via Besana, che ospiterà una mostra straordinaria di circa 500 opere, di cui molte antiche e preziose, e WOW, lo Spazio del Comune di Milano dedicato al linguaggio del Fumetto, che sarà la sede di una mostra e di approfondimenti su quest'arte, forse ancora poco nota in Italia nella sua reale ampiezza e profondità"

Saranno numerosi anche gli eventi collaterali legati al mondo giapponese, che si terranno sempre al WOW: corsi, workshop, incontri con gli autori e conferenze con esperti provenienti dal Giappone ma anche italiani.

Infine presso la biblioteca del Museo, cui si potrà accedere liberamente, si potrà sfogliare e leggere un'ampia selezione di Manga in italiano.

  • shares
  • Mail