Milano: medico rapinato e ucciso in casa

Una rapina in casa conclusa con un delitto. Così, almeno secondo le prime ricostruzioni, è morto un medico milanese di 64 anni, soffocato dal nastro adesivo che i rapinatori gli avevano attaccato sulla bocca mentre svaligiavano casa sua.

La vittima abitava in via Comerio 3, vicino alla vecchia Fiera, al settimo piano di un edificio signorile. Insieme al medico in casa c'era anche il figlio 30enne, che è stato a sua volta legato e imbavagliato, ma (a quanto racconta) quando è riuscito a liberarsi si è reso conto che il padre stava male e ha chiamato il 118, ma invano. All'arrivo dei soccorsi l'uomo era già morto.

Secondo il figlio i ladri, che hanno portato via gioielli quadri e denaro, erano tre e parlavano con accento dell'Est. La polizia, però, non ha riscontrato segni di scasso.

  • shares
  • Mail