Il Comune promette 500mila alberi. Vivi, speriamo


La giunta Moratti ha a cuore la salute dei cittadini - e questo è un intento lodevole - tanto che si impegna a migliorare anche la qualità dell'aria, aumentando le aree coperte da verde pubblico. Per l'ennesima volta (tanto ogni volta sembrano di più) l'assessore all'Arredo, decoro urbano e verde Cadeo ha annunciato che in 5 anni saranno piantati 500mila nuovi alberi, non solo nei parchi ma anche lungo le strade e alle fermate del tram.

Stavolta lo ha ridetto al seminario sul Piano di governo del Territorio

"Pianteremo 500mila alberi, non solo nelle aree verdi esistenti e di futura realizzazione, ma anche e soprattutto lungo le strade, alle fermate del tram, nei parcheggi, in tutti gli spazi aperti. Nel prossimo futuro, vogliamo offrire ai cittadini milanesi la possibilità di raggiungere, a non più di 15 minuti di distanza dalla propria abitazione, un parco o uno spazio verde alberato, dove potersi rilassare, socializzare, fare sport e comunque respirare aria più pulita".

Tutto bellissimo e benvenuto, ma con una precisazione, che forse all'assessore può essere utile. Gli alberi non basta piantarli, bisogna anche curarli e proteggerli dalle malattie e dai vandalismi. Sia quelli più vecchi sia, a maggior ragione, quelli appena piantumati, che sono giovani e rischiano di non attecchire. Altrimenti si fa la fine dei poveri alberelli di piazzale Cuoco - zona Molise - che vedete in foto: appena piantati e già rinsecchiti. Forse le aziende che hanno ottenuto l'appalto dovrebbero renderne conto. Che ne dite?

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: